Il Napoli che verrà…tra conferme, volti nuovi ed addii!

La stagione calcistica 2018/2019 è ormai terminata ed il calciomercato impazza. In tv si susseguono i Mondiali femminili, la Coppa America e gli Europei Under21, competizioni interessanti, che tuttavia non riescono a colmare appieno il vuoto lasciato dai club. I pensieri, infatti, sono altrove e la mente, già catapultata alla prossima annata, riflette e pensa alle emozioni che il calcio le potrà offrire ancora una volta.

Soprattutto all’ombra del Vesuvio, dove i tifosi vivono in simbiosi con il calcio, l’attesa di rivedere in azione i propri beniamini è estenuante e genera speranze, auspici, ma anche preoccupazioni. L’idea di poter migliorare il rendimento della passata stagione contrapposta alla paura di fallire. È questa l’estate dei tifosi azzurri, che fantasticano e pensano in grande, animati da un amore viscerale per il Napoli.

Ma una prima domanda sorge spontanea: quale sarà il Napoli formato 2019/2020? Partendo dalla panchina, affiorano pochi dubbi: Carlo Ancelotti sarà, per la seconda stagione consecutiva, l’allenatore della società partenopea. Desideroso di migliorare il secondo posto della stagione appena trascorsa, il tecnico di Reggiolo potrà contare sulla conoscenza e sul rapporto instaurato con la rosa. Il primo anno, di transizione ed assestamento, è servito per conoscere i giocatori, che ora hanno assimilato e compreso il gioco del “Re di Coppe”. Sul piano tecnico, invece, il modulo con cui si schiererà la squadra non è ancora certo. Il 4-4-2, di stampo ancelottiano, sembra essere favorito sul 4-3-3, scarsamente impiegato in questa stagione ma tenuto in considerazione dal mister. Si va verso il 4-4-2, date anche le caratteristiche del parco giocatori, anche se non è da escludere il tridente offensivo. Molto dipenderà anche dalle mosse di mercato.

La seconda domanda riguarda i calciatori: quale sarà la squadra del Napoli? In porta non ci saranno sorprese: Alex Meret, autore di una grande stagione, è chiamato al definitivo salto di qualità. I pali azzurri saranno salvaguardati dai suoi guanti, giovani ma sicuri, ed il portierino dovrà confermare quanto di buono fatto finora. Inoltre David Ospina, riscattato oggi dall’Arsenal, e Orestis Karnezis completeranno il trio di portieri. Nessuno, tuttavia, è certo della titolarità, poiché Ancelotti ha dimostrato di voler impiegare tutti ed alternarli, al fine di tenere sempre alta la sana competizione tra loro.

In difesa il mercato ha già regalato un volto nuovo: Giovanni Di Lorenzo, terzino destro prelevato dall’Empoli. Rivelazione della scorsa Serie A con 5 goal e diversi assists, Di Lorenzo dovrà giocarsi una maglia da titolare con Kevin Malcuit ed Elseid Hysaj. L’albanese, tuttavia, potrebbe partire e le voci inerenti ad un suo trasferimento sono forti. Discorso analogo per i centrali di difesa: Kalidou Koulibaly, miglior difensore della Serie A, è stato blindato dal Napoli, che non intende privarsi del senegalese, mentre Raul Albiol è ad un passo dal Villareal. Questa cessione libererebbe un posto nel pacchetto arretrato ed il Napoli avrebbe individuato in Kostas Manolas, difensore della Roma, l’erede dello spagnolo.

Vlad Chiriches e Nikola Maksimovic, invece, non sono sul mercato e saranno confermati. Sulla fascia sinistra, l’unico nome certo della permanenza è Faouzi Ghoulam, che nell’ultima parte di stagione ha scalzato Mario Rui. Protagonista in negativo di una stagione a bassi livelli, anche il portoghese ha delle offerte e la possibilità che saluti Napoli non è remota, anzi molto alta. Il suo addio spingerebbe il Napoli a cercare un terzino sinistro ed i nomi non mancano, tra cui la suggestione Grimaldo, in forza al Benfica, club interessato allo stesso Mario Rui.

A centrocampo bisognerà ripartire da Fabiàn Ruiz e Piotr Zielinski, gli enfant prodige che hanno incantato la scorsa stagione. Lo spagnolo ed il polacco dovranno prendere in mano le redini della mediana azzurra e consacrarsi con una grande annata. A loro si aggiungerà con molta probabilità un altro centrocampista, che potrebbe essere uno tra Veretout e Almendra. Anche Josè Callejon sarà un punto cardine del Napoli che verrà e la fascia destra sarà probabilmente di sua competenza. Lorenzo Insigne, inoltre, nonostante i rumors di mercato, rimarrà nel club partenopeo, a meno di clamorosi colpi di scena (scambio Icardi-Insigne tra Napoli ed Inter). Sono in uscita, invece, Simone Verdi, Adam Ounas e Amadou Diawara, deludenti nella passata stagione.

Inoltre sta prendendo quota l’ipotese James Rodriguez, che infiammerebbe la piazza partenopea. Il colombiano stravede per Ancelotti e viceversa, ed il Napoli sta cercando di regalare il colpo da 90 al tecnico. James ricopre vari ruolo sul fronte offensivo: seconda punta, esterno ed addirittura mezz’ala. Un jolly di qualità ed esperienza che alta l’asticella internazionale e fa sognare i tifosi. Al momento non è utopia ed il Napoli ci lavora, supportato da un mago delle trattative come Jorge Mendes.

In avanti Dries Mertens ed Arkadius Milik, la coppia M & M, avranno il compito di portare gli azzurri alla vittoria. Il nome più gettonato in casa Napoli per rafforzare il reparto avanzato è: Hirving Lozano, attaccante messicano in forza al Psv. El Chunky sarebbe un ottimo rinforzo perché può ricoprire diversi ruoli, tra cui la seconda punta e l’esterno. Tanti, invece, i nomi che stanno circolando, ma che non hanno un real fondamento come quelli di Lukaku, la solita telenovela Cavani e tanti altri profili. C’è da dire che Lozano fa al caso del Napoli e si sta lavorando per portarlo all’ombra del Vesuvio.

Ad oggi queste sono solo supposizioni legate alle vicende di mercato che gravitano attorno al Napoli. Tra conferme, addii e volti nuovi si va delineando il nuovo Napoli che dovrà puntare sempre più in alto.