CALCIO, ARTE E CULTURA – Allan tra Klimt, Hayez e…Giuda

Il Napoli vince e questa è sempre una buona notizia. E lo fa con due protagonisti inaspettati: Allan e Mario Rui. Non sappiamo se è una bella notizia questa oppure sottolinea la difficoltà maggiore del Napoli di quest’anno targato Ancelotti, che trova un ostacolo nel goal coi suoi attaccanti.

Ma creare dei casi, ad oggi, non serve a nulla e quindi bene goderci la vittoria e soprattutto, la prestazione d’oro, dopo un po’ di tempo, del guerriero del centrocampo azzurro Allan Marques.

Il brasiliano sigla il primo goal di questa stagione che l’ha visto protagonista soprattutto come “recupera palloni” e come collante tra difesa e centrocampo. Una stagione a colori per il centrocampista azzurro soprattutto nella prima parte: dove si ricordano prestazioni superlative contro i vari Salah, Manè, Mbappè e Neymar, non gli ultimi arrivati quindi!

Una stagione che però si è oscurata dopo un gennaio turbolento: tra sceicchi, litigi, addii quaso annunciati e prestazioni con la testa da un’altra parte che però sono andate di pari passo con le prestazioni della squadra nel collettivo.

Ed eccoci giunti al match contro la Spal, una partita che per entrambe le squadre vale poco o niente, ai fini della classifica ma puo’ valere tanto per il morale e magari per recuperare i rapporti con tifosi, talvolta, fin troppo scontenti.

E così il piccolo brasiliano, dopo una partita a tutto campo, tra difesa e centrocampo, si regala la prima gioia in questo campionato: tiro a giro e Viviano spiazzato. Tanta gioia, dedica alla moglie e mamma Thais e… un gesto, un piccolo gesto ma con valore enorme: il bacio.

Il bacio nel corso della storia e soprattutto all’interno dell’arte ha, da sempre, avuto un significato esorbitante: per Klimt il bacio rappresentava l’amore più intimo che puo’ crearsi tra due persone. La strabiliante opera dell’artista danese ormai da anni è presa proprio a simbolo dell’amore. Ma anche “Il bacio” di Francesco Hayez è tutto un suo dire: due giovani e tanta passione. Bacio=passione un equazione perfetta quanto fondamentale in un rapporto tra due persone.

Ed Allan cosa c’entra tra Klimt ed Hayez? Forse niente, ma di certo il suo gesto non passa inosservato: potrebbe essere il segno di una nuova storia d’amore tra il brasiliano e la maglia azzurra. Un amore forte e passionale tra il centrocampista, la città ed i tifosi. Un punto per andare daccapo e continuare a scrivere un nuovo capitolo di questa storia d’amore che, come ogni storia d’amore, ha vissuto il suo momento di difficoltà ma ora è pronta a ritornare più forte di prima.

Ci sarebbero tanti altri baci da poter analizzare e confrontare al gesto di Allan, tutti accomunati da una caratteristica fondamentale: l’amore.

E noi ci crediamo, caro Allan, ci crediamo a questi baci perchè i napoletani hanno fatto dell’amore il loro punto di forza e soprattutto perchè i napoletani sono stanchi dei “baci di Giuda”… ma sotto sotto sappiamo benissimo che questo non è il tuo caso!