“Marekiaro” e quel numero 17 che adesso… porta fortuna!

199

L’addio di Marek Hamsik alla maglia del Napoli sembrava ormai cosa fatta, fino all’annuncio di stasera fatto dalla società su Twitter, con la cessione bloccata poiché i cinesi “non rispettano le modalità di pagamento pattuite”. Vedremo a questo punto se il capitano degli azzurri partirà per la Cina, dove potrebbe finire la sua splendida carriera calcistica (il mercato in oriente chiude il 28 febbraio). A prescindere da tutto, sono tanti i ricordi lasciati da Marekiaro, soprannome affettuosamente datogli da un altro storico capitano azzurro, Paolo Cannavaro.

Oltre ai record (520 presenze e 121 gol, ottenuti con in panchina Reja, Donadoni, Mazzarri, Benitez, Sarri e Ancelotti) e a un attaccamento straordinario a maglia e tifosi, c’è anche un aspetto puramente legato alla scaramanzia partenopea. Per tutti i 12 anni nel Napoli, lo slovacco ha sempre indossato la maglia numero 17, che nella smorfia napoletana sta per “la disgrazia”.

La scelta di questo numero non fu ben vista dalla tifoseria, parte della quale era molto scettica su quel ragazzino di 20 anni arrivato nel 2007 dal Brescia per 5,5 milioni di euro (vero e proprio colpo di mercato firmato Pierpaolo Marino). Ma altro che “disgrazia”. La scelta di quel numero si è rivelata la sua prima dimostrazione di personalità, e i risultati conquistati da Marek sono sotto gli occhi di tutti, con la conquista di tre trofei ma col rimpianto scudetto (solo sfiorato negli ultimi due anni).

E a proposito del numero 17, vedremo come si comporterà in caso di cessione (a questo punto non più scontata) la società di Aurelio De Laurentiis, visto che molti tifosi sui social ne hanno chiesto addirittura il ritiro. Potrebbe essere l’ennesima soddisfazione per il capitano del Napoli risorto a grandi livelli: essere visto alla stregua di grandi “bandiere” come Franco Baresi, Paolo Maldini, Javier Zanetti e Francesco Totti e lo stesso Diego Armando Maradona (per i quali Milan, Inter, Roma e il vecchio Napoli hanno ritirato il 6, il 3, il 4 e il 10).

Chissà se il club azzurro agirà allo stesso modo o se vorrà lasciare ai giovani il sogno di indossare la maglia di Marek Hamsik. Colui che con personalità scelse il 17: un numero che a Napoli adesso porta fortuna.