Alex Meret, è finalmente arrivato il momento di tornare in campo

La partita di domani pomeriggio contro il Frosinone vedrà molto probabilmente l’esordio di Alex Meret con la maglia del Napoli, come fatto intendere anche dallo stesso mister Carlo Ancelotti. La squadra e i tifosi sperano vivamente che la sfortuna abbia abbandonato il portiere classe ’97 (per cui Aurelio De Laurentiis ha speso la scorsa estate ben 27 milioni).

La frattura dell’ulna del braccio sinistro all’inizio del ritiro di Dimaro è infatti arrivata dopo l’intervento per un’instabilità della parete inguinale e un infortunio alla spalla (acciacchi patiti ai tempi della Spal).

Ora il ragazzo si è ripreso alla grande (come più volte mostrato in allenamento negli ultimi giorni) ed è pronto ad alternarsi tra i pali azzurri col colombiano David Ospina (a quel punto il greco Orestis Karnezis diventerà il terzo portiere della rosa): un’alternanza in attesa di diventare il numero 1 a tutti gli effetti. Uno stimolo in più a lungo termine è inoltre rappresentato dalla maglia della Nazionale di Roberto Mancini, cui Meret può senza dubbio ambire (magari per giocarsi il posto da titolare con Gianluigi Donnarumma).

In attesa che ciò accada, la cosa più importante è che quello che viene considerato come uno dei talenti più puri del nostro calcio abbia pienamente recuperato la brillantezza fisica, abbandonando il ruolo di “infortunato storico” (al pari dell’algerino Faouzi Ghoulam e del tedesco Amin Younes) e tornando ad assaporare il gusto di stare tra i pali.

Contro i ciociari sarà per lui la prima partita tra le fila del Napoli, con la speranza che possano essercene tante altre: in fondo, mai ADL aveva speso così tanti milioni per acquistare un portiere. Un attestato di fiducia non da poco da parte del presidente azzurro, con lo stesso Carlo Ancelotti che ha più volte speso parole al miele per l’estremo difensore scuola Udinese.

Articolo precedenteJuventus Stadium: fischi durante il minuto di raccoglimento
Articolo successivoFOTO – Grassi convalescente rassicura: “Primo passo per il ritorno”