IL PUNTO SUL CAMPIONATO – Solito movimento nella lotta Champions: si avvicina il Milan, per la lotta Scudetto è +4 Napoli

La 26esima giornata di Serie A ha dato diverse importanti indicazioni sul campionato: nella lotta Champions tra un po’ potrebbe esserci il Milan, la Lazio si conferma la migliore delle tre pretendenti e l’Inter ma soprattutto la Roma continuano a manifestare diverse difficoltà. Nella lotta Scudetto abbiamo finalmente una novità: il Napoli va a +4 sulla Juventus ma perché i bianconeri semplicemente non hanno disputato il proprio match contro l’Atalanta a causa delle forti nevicate precipitate su Torino. Il match verrà probabilmente recuperato il 14 marzo. Analizzando nel dettaglio la lotta Champions: la Lazio passeggia 0-3 sul Sassuolo con una doppietta di un mastodontico Milinkovic-Salic ed un gol del solito Immobile, l’Inter continua a manifestare problemi anche contro l’ultima in classifica del Benevento ma vince 2-0 grazie a due gol dei due centrali difensivi (Ranocchia Skriniar) e la Roma invece si ferma in casa contro il Milan che sembra in grande spolvero (nessuna sconfitta nel 2018) che grazie a due prodotti della primavera (Cutrone Calabria) sconfigge la squadra giallo-rossa mandandola definitivamente in crisi. Occhio comunque alla squadra di Di Francesco che sabato giocherà contro il Napoli e subito dopo avrà da affrontare il Torino di Mazzarri ed il ritorno di Champions League contro lo Shaktar perso all’andata per 2-1. Dulcis in fundo analizziamo il momento del Napoli che con uno 0-5 schianta un buon Cagliari grazie ad una splendida prestazione da parte di tutta la squadra e di Mario Rui che ha siglato l’ultimo gol direttamente su punizione mettendo a tacere ogni tipo di critica sul suo conto. Nel prossimo spettacolare turno, le prime 8 si affrontano tutte tra di loro.

NAPOLI – Gli azzurri nella Sardegna Arena incontrano un avversario determinato a fermare a tutti i costi la squadra partenopea, il match viene messo subito a ritmi alti dai sardi ma gli uomini di Sarri non si spaventano e, continuando a tenere un livello alto di gioco, siglano il primo gol con Callejon. Sbloccato il risultato diventa più agevole il match e quindi segnano uno dopo l’altro MertensHamsikInsigne (su rigore) e Mario Rui con una deliziosa punizione diretta. Sabato c’è la Roma ed inizia un ciclo non semplice di partite ma il +4 sulla Juventus deve garantire alla squadra sicurezza e non rilassamento. Prossimo match: Napoli-Roma, sabato 3/3 ore 20:45. Gol fatti: 60 / Gol subiti: 15; miglior difesa assieme alla Juventus e terzo miglior attacco. Punti: 69, posizione: 1

JUVENTUS – Sulla squadra bianco-nera c’è poco da dire poiché il match contro l’Atalanta è stato rinviato per neve. Adesso agli uomini di Allegri aspettano diverse settimane piene con un match ogni tre giorni tra campionato, Champions League (è durissimo il ritorno da giocare in Inghilterra contro il Tottenham dopo il 2-2 dell’andata), Coppa Italia  (da giocare il ritorno di semi-finale contro l’Atalanta dopo l’1-0 della squadra piemontese all’andata) e, a questo punto, il match da recuperare sempre contro i bergamaschi (probabilmente il 14 marzo). Prossimo match: Juventus-Atalanta (semi-finale ritorno di Coppa Italia), ore 17:30. La prossima partita di campionato sarà Lazio-Juventus, sabato 3/3 ore 18. Gol fatti: 62 / Gol subiti: 15; secondo miglior attacco, miglior difesa assieme al Napoli e miglior differenza reti. Punti: 65 (con una partita in meno), posizione: 2

LAZIO – La squadra di Simone Inzaghi sembra la più matura di quelle che lottano per la Champions e dopo il piccolo periodo di crisi con 4 sconfitte consecutive, la compagine capitolina può definirsi guarita dopo i successi contro Steaua Bucarest (5-1) e Sassuolo (0-3). Il ritorno di Felipe Anderson abbinato ad i soliti Luis AlbertoMilinkovic-Savic Immobile fanno, di quello bianco-celeste, il miglior attacco del campionato. Prossimo match: Lazio-Juventus, sabato 3/3, ore 18. Gol fatti: 64 / Gol subiti: 33; miglior attacco e decima difesa. Punti: 52, posizione: 3

INTER –I nero-azzurri tornano al successo contro il Benevento ma definire questo successo “scaccia-crisi” sembra un qualcosa ancora non corrispondente dalla realtà. Il risultato è positivo poiché Handanovic non ha subito reti (anche se le occasioni per i campani non sono mancate) ma il gioco continua a mancare e soprattutto in campo si respira una paura di fare giocate rischiose tra i giocatori. La mancanza di personalità sta senz’altro penalizzando la squadra milanese che deve stare attenta, oltre che alle due rivali, ai cugini del Milan che stanno risalendo la china e adesso si trovano solo a -7 ed in tutto questo nel week-end c’è il derby della Madonnina da non sbagliare più per gli uomini di Spalletti che per quelli di GattusoProssimo match: Milan-Inter, domenica 4/3 ore 20:45. Gol fatti: 42 – Gol subiti: 21; terza miglior difesa assieme a quella della Roma e quinto miglior attacco. Punti 51, posizione: 4

ROMA – La squadra di Eusebio Di Francesco torna fuori dalle prime 4 e quindi da un piazzamento in Champions e lo fa perdendo in casa contro il Milan che potrebbe rappresentare una diretta concorrente per la partecipazione alla più prestigiosa competizione europea in questo finale di stagione (i rosso-neri sono solo a -6). I senatori sembrano non essere più gli stessi dell’anno scorso e soprattutto pare non ci siano buoni rapporti con l’allenatore che in questo momento, alla ricerca della quadratura giusta della squadra, non sta guardando in faccia a nessuno nelle scelte del migliore 11. Le principali questioni riguardano NainggolannDzeko Perotti che sembrano le brutte copie dei calciatori che conosciamo e sembra non esserci una coesione forte tra i giocatori stessi ed il mister. Occhio comunque ad un’ottima squadra come quella capitolina che sabato sfida la capolista e può rialzare la testa in questa stagione arrivando ai quarti di finale di Champions League buttando fuori lo Shaktar Donetsk vendicando così proprio i prossimi avversari. Prossimo match: Napoli-Roma, sabato 3/3 ore 20:45. Gol fatti: 40 / Gol subiti: 21; terza miglior difesa assieme a quella dell’Inter e sesto miglior attacco. Punti: 50, posizione 5