Trova un neo a questo Napoli: Allan, più cattivo la prossima volta!

Trova un neo a questo Napoli. Difficile, molto difficile. Un Napoli che vince e convince, e che subisce poco. La scoperta di una solidità difensiva, dettata dall’unico gol subito nelle ultime cinque gare. Ma soprattutto un attacco pericoloso e armonioso nel movimenti, tecnicamente eccelso (ma non lo scopriamo ieri) e soprattutto motivato. Se poi anche il centrocampo, reparto che l’anno scorso ha causato non pochi grattacapi, riesce a reggere il peso, seppur leggero, dell’attacco polacco, non è utopico parlare di un Napoli vicino alla perfezione.

 

Trovare un neo a questa squadra? Come detto dal mister in intervista, sarebbe stato meglio chiudere la gara prima, anche se la magia di Higuain ha messo in cassaforte la seconda vittoria azzurra in Europa. Il protagonista di questa considerazione del mister è senza dubbio Allan, protagonista di una partita tutta polmoni e muscoli. Ottimo match dell’ex Udinese, anche se, nel giro di due giri di lancette, le occasioni non gli siano mancate. Protagonista la corsia destra del Napoli, dove Callejon ha fatto il bello e il cattivo tempo. Due assist per lo spagnolo che, prima al 73′ e poi due minuti più tardi, serve il brasiliano solo davanti al portiere avversario.

 

Ed è in queste occasioni che il portiere del Legia si esalta, ritardando la seconda rete azzurra e negando la soddisfazione personale al centrocampista azzurro. Allan sicuramente attaccante non è, anche se le dichiarazioni di Sarri non si limitino esclusivamente al suo mediano. L’attacco della compagine di casa non è stato irresistibile, ma si auspica un Napoli ancora più freddo sotto porta. Un piccolo neo, che non intacca una squadra in continua ascesa.

Articolo precedenteValdifiori a fine gara: “Ringrazio il Napoli per avermi dato questa grande opportunità. Qui per Sarri? Il presidente mi aveva già cercato…”
Articolo successivoPRIMA PAGINA – Gazzetta esalta Higuain: “Magico Pipita, il Napoli domina il Legia”