Spalletti in conferenza: “Serata fantastica, che bello vedere i figli dei giocatori abbracciare i loro papà negli spogliatoi! Kvara e Osimhen devastanti!”

    Spalletti

    “Noi pensiamo solo a noi stessi. Oggi diamo un bel messaggio a noi. Abbiamo giocato il nostro calcio contro una squadra fortissima con la convinzione di essere forti quanto loro. Siamo rimasti uniti e lucidi anche dopo il loro gol. La reazione che ha portato al terzo gol è stata importantissima. Stasera abbiamo fatto vedere che siamo forti come loro”.

    Stasera il bel gioco ha vinto?

    “Sono modi di stare in campo in base alle qualità dei propri calciatori. A me non piace aspettare le squadre avversarie, è più facile non attaccare. Molto più difficile giocare sempre in campo aperto come facciamo noi, quando ci sono più spazi si vede davvero chi è più forte. Noi giochiamo come piace al nostro pubblico, sappiamo che vuole una squadra propositiva”.

    Se potesse scegliere un’immagine quale sceglierebbe?

    “I giocatori uniti e festanti sotto la curva. Noi abbiamo bisogno dell’entusiasmo del nostro pubblico. Quello è il momento più bello”

    Le sue emozioni pensando a tutto il suo percorso a Napoli?

    “Sono contento, quando la squadra gioca un calcio di questo livello posso solo essere felice. Oggi i figli dei giocatori erano negli spogliatoi ad abbracciare i loro papà, queste sono cose bellissime. Ora dobbiamo ripartire perché ci sono ancora molte altre partite”.

    Kvara e Osimhen possono crescere ancora?

    “Kvara ha una tecnica come i più forti al mondo. Ti mette la palla sempre con i giri contati, ha una qualità nel sentire la porta eccezionale. Calcia di destro e di sinistro, che dire, è un calciatore fortissimo sotto tutti gli aspetti. Osimhen è un giocatore fortissimo, il più forte di tutti nel suo ruolo. Sono curioso di vedere dove potrà arrivare, ha ancora dei margini di crescita incredibili. È devastante”.

    Ha duellato molto con la Juve, che differenza vede in questa Juventus?

    “La differenza è su quello che riesci a proporre. Questa sera la differenza l’ha fatta il Napoli, non la Juve. La differenza la fa la gestione della palla, come gestisci il gioco. Questo aspetto intacca le possibilità della Juventus nel fare bene”.

    Articolo precedenteSpalletti a DAZN: “Buona partita ma con alcune difficoltà”
    Articolo successivoSpalletti in conferenza: “Politano ha avuto un risentimento al polpaccio”