Allegri in conferenza: “Spalletti è il più bravo ad allenare e ad insegnare. Più importante per il Napoli che per la Juve”

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato alla vigilia della sfida contro il Napoli in conferenza stampa.

“Un punto sugli infortunati? I rientri dovrebbero essere imminenti. Prima della Coppa Italia difficilmente ritornerà qualcuno, con l’Atalanta qualcuno dovrebbe tornare. Cuadrado da martedì dovrebbe tornare a lavorare con la squadra. Chiesa ancora meglio a gara in corso? Se fossi certo che anche domani a gara in corso farebbe la differenza farei così. Oggi dopo l’allenamento deciderò la formazione. Cosa avete preparato per fermare Kvaratskhelia? Non abbiamo preparato ancora niente, oggi vediamo di sistemare due tre cosina. Domani sarà una bellissima serata di sport, una partita che non sarà decisiva ma molto importante per loro più che per noi. È un crash test per la Juve? Non è un crash test, è una partita di campionato. Veniamo da risultati importanti, il Napoli ha 44 punti e può girare a 50”.

“Cosa serve per vincere? Bisogna giocare una partita con grande tecnica, con intensità. È uno scontro diretto tra le due migliori, lo dice la classifica. Bisogna essere bravi a giocare una partita così. Cosa teme del Napoli? La classifica dice che hanno fatto 44 punti e perso una partita. È normale che siano i favoriti del campionato. Sono forti tecnicamente, ben allenata… Luciano è il migliore ad allenare e insegnare, lo sta dimostrando a Napoli, l’ha fatto a Roma e Milano. Bisogna fare una bella partita, due mesi fa nessuno credeva che la Juve potesse arrivare in queste condizioni a questa partita. Manteniamo il profilo basso. Se dice che Spalletti è il più bravo, lei che ha vinto tanto cos’è? Io ho grande stima di Luciano. È talmente buffo e divertente che ogni tanto litighiamo. Io non sono un allenatore, faccio questo mestiere per sbaglio. Luciano è molto bravo, affrontarlo è sempre una bella sfida. Lui è uno molto bravo a insegnare. Credo che per loro sia molto più importante”.

Articolo precedenteCdM – Napoli-Juve, la probabile formazione: Kim c’è!
Articolo successivoCannavaro: “Domani gara importante ma non decisiva. Può uscirne una sfida magnifica”