Di Lorenzo: “I tifosi ci hanno sempre sostenuto, dobbiamo essere tutti leader”

    Di Lorenzo allenamento Dimaro 2022
    Di Lorenzo - SSC NAPOLI

    Alle 21 in “Piazza Plebiscito” di Castel di Sangro, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, hanno parlato il capitano Giovanni Di Lorenzo e il giovane Alessandro Zanoli. L’intervista integrale su MondoNapoli!

    Prima dell’arrivo dei due calciatori, Alvino si sbilancia su Raspadori: “Il Sassuolo non lo vende!”

    Zanoli: “Grande emozione, un privilegio essere il sostituto di un grande giocatore e aiutante come Di Lorenzo. Il mio obiettivo è dare il massimo in campo, voglio vincere trofei, tipo lo Scudetto. Dal capitano posso solo imparare, soprattutto bisogna prendere esempio dalla sua mentalità e cattiveria in campo.

    Esordio? Bella esperienza, mi sarebbe piaciuto di più esordire a Napoli. Nonostante la sconfitta con la Fiorentina, è stato emozionante giocare al Maradona. Voglio giocare più di 5 minuti in Champions ed ascoltare il calore dei tifosi durante l’inno che ho visto solo in tv.

    Nuovi innesti? Bisogna ripartire sempre dai giovani sia per una società che per il giocatore stesso.

    Kim? Simpatico e un buon giocatore. Mi aspettavo peggio sul piano tattico, sono rimasto stupito dalla sua prestanza fisica”.

    Di Lorenzo: Fascia? Un grande orgoglio, mai mi sarei aspettato di diventare capitano. Adesso sta a me dimostrare di meritarla. L’ha indossata il più grande di tutti.

    Europeo e non mondiale? Il calcio è questo, siamo passati dal top al flop. Purtroppo va accettato.

    Come si fa a giocare sempre? Il lavoro e l’alimentazione è una cosa importante, dobbiamo curare ogni minimo dettaglio per dare il massimo.

    Zanoli? Deve sbagliare e migliorare, può fare un grande percorso, avrà una grande carriera. Lui mi spinge ad alzare il livello dell’allenamento. C’è una bella competizione.

    Nuovi innesti? Impatto positivo, sono partiti giocatori importanti ma ne sono arrivati altrettanti. Hanno portato una ventata d’aria fresca. Tra poco si inizia a fare sul serio e cercheremo di dare il meglio. Deve essere un Napoli di tutti leader.

    Messaggio ai tifosi? Con la partenza di giocatori importanti si respirava un po’ di tensione ma sono tornati giovani interessanti e arrivati calciatori forti. Hanno tutti voglia di lavorare e di dare tutto il campo. Ai tifosi non devo dire nulla, ci hanno sempre sostenuto.

    Non solo Mario Rui, Zielinski, tutti dovremmo essere leader in questa squadra.

    Nome Azzurra a mia figlia (Di Lorenzo)? Sia per il Napoli che per la nazionale ma il Napoli già ci piaceva

    Siparietto con Alvino: “Nun c’accire nisciun”

    Articolo precedenteRaspadori-Napoli, bene ma non benissimo: i dettagli dell’incontro ADL-Carnevali
    Articolo successivoFanatik – Mertens-Galatasaray non è ancora amore: c’è Hamsik di mezzo