RILEGGI LIVE MN – Spalletti in conferenza: “Affrontiamo una squadra in forma, fa parte delle sette proprietà del condominio! Lo Spartak mi ha mancato di rispetto”

Dopo le due sconfitte consecutive tra Inter e Lazio, al Maradona di Fuorigrotta domani sera arriva la Lazio di Maurizio Sarri. Il Napoli deve rispondere presente e tornare alla vittoria nonostante le assenze in casa azzurra. L’appuntamento è alle 14:30 con la diretta testuale della conferenza stampa del mister Luciano Spalletti in diretta dal Konami Training Center di Castel Volturno. MondoNapoli.t vi accompagnerà nella diretta testuale e vi farà compagnia per tutto il tempo dell’evento.

14:30Tutto pronto per la conferenza stampa di Spalletti, si attende solo il suo ingresso in sala stampa per l’inizio dell’evento.

14:35 Viene chiesto al mister se questa è l’occasione giusta per tirare fuori dai calciatori una mentalità diversa da quella vista nelle ultime partite.

Ci sono delle precisazioni da fare. Questa è una rosa di primo livello ed è una situazione diversa dall’anno scorso. Attraverso le risposte che daremo in campo, capiremo anche che cammino vogliamo fare. Non dobbiamo dimostrare niente, abbiamo un metodo di lavoro e bisogna metterci qualcosa in più adesso. Bisogna arrivare ad essere ad un livello più alto di quello precedente. In tutto questo, con lo Spartak abbiamo preso goal dopo 30 secondi e il primo che deve farsi un esame di coscienza sono io. Serve responsabilità”.

14:39Domani è una partita importante data anche la commemorazione di Maradona. Che tipo di energia può dare ai calciatori?

Maradona è sempre nei pensieri dei calciatori, tanti vorrebbero emularlo. Le canzoni a lui dedicate sono venute fuori già durante i nostri due ritiri estivi. Ho detto delle cose di Maradona in un’intervista al Mattino, non importa sapere se sia stato un buono o cattivo esempio o se sia stato il più forte di tutti i tempi: basta vedere l’imbarazzo che ha lasciato quando se n’è andato via. E’ stato uno smarrimento totale mai visto nella storia del calcio. Per quanto mi riguarda, è stato il più grande di tutti. La sua profondità della persona va compresa quando lo si vedeva al di fuori di un campo di calcio.

Prima diceva “bisogna dare qualcosa in più”. Qual è il peso specifico della gara di domani?

Assume un peso diverso rispetto alle altre gare. Veniamo da due/tre risultati che non sono stati quelli che avremmo voluto: affrontiamo una squadra che è del nostro livello, fa parte delle sette proprietà del condomino. Quello che dobbiamo fare è questa continua attenzione e verifica del calcio che abbiamo proposto. Bisogna pensare giorno dopo giorno senza lasciarsi ribaltare dal risultato di una partita, anche gli episodi hanno inciso molto in Russia“.

14:46Torniamo al match di mercoledì. Il tweet dello Spartak nei suoi confronti è stato sgradevole dopo la mancata stretta di mano con Rui Vitoria. Cosa ne pensa?

Vedo una certa pressione a farmi cambiare idea sulla presunta stretta di mano. In Russia ci sono stato, ci sono persone vere che hanno comportamenti seri e da persone per bene. Ci sono società che sanno stare in un calcio europeo e poi c’è lo Spartak che è diverso dalle altre società. A chi non mi saluta all’inizio delle partite posso dire che le offese si fanno di persona, non attraverso i tweet o parlando in conferenza. Avete potuto vedere gli abbracci dei calciatori dell’Inter nei miei riguardi a fine partita, quello è rispetto“.

Cosa ci può dire sulle condizioni di Fabiàn Ruiz e Insigne?

“Entrambi saranno a disposizione contro la Lazio. Hanno svolto l’intero allenamento con il gruppo stamane, domani saranno regolarmente in campo”.

14:56Che avversario è Sarri?

“Sarri è un avversario difficile, qui lo hanno visto di più rispetto ad altre parti. Riesce a tenere la squadra corta con passaggi stretti, ha una percezione fenomenale di dove si può andare a far male. Sarà una partita di livello, di quelle vere”.

Cosa cambia senza Osimhen?

Osimhen è un calciatore un pò unico. E’ completo, gli si può migliorare la tecnica di base ma ha tutte le altre caratteristiche. Ad esempio Mertens sul posizionamento non sbaglia niente, se deve fare uno strappo di 40 metri o deve colpire di destro fa più fatica. Se gli capita una palla al limite dell’aria, però, non la sbaglia mai. Anche Petagna ha anche altre caratteristiche, con ogni calciatore se ne perdono alcune e se ne acquisiscono altre. In attacco fortunatamente siamo ben assortiti“.

15:03 – Quanto il non essere schematico e l’essere camaleontico può giovare al Napoli in questo momento?

Se vado ad affrontare un discorso del genere è perchè lo ritengo un vantaggio che possiamo a dare a questa squadra. Si può cambiare modulo come è avvenuto nell’ultima partita“.

15:10 – Termina la conferenza stampa di Luciano Spalletti.

Articolo precedenteNapoli-Lazio, Cataldi in conferenza: “Domani cercheremo di imporre il nostro gioco! Paragone con Jorginho? Non scherziamo…”
Articolo successivoSpalletti durissimo sullo Spartak: “Non è una squadra seria, non sanno stare nel calcio Europeo”