Spalletti:”Gran secondo tempo. Sul mancato saluto a Rui Vitoria..”

Fonte foto: SSC Napoli.

L’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, ha parlato in conferenza stampa al termine del match di Europa League perso contro lo Spartak Mosca 2-1 e che ha complicato notevolmente il percorso degli azzurri nella competizione. Queste le sue parole:

Ieri aveva detto che si aspettava molto dai suoi ragazzi e voleva vedere cosa avevano nella testa. Che risposta si è dato dopo la partita?

Abbiamo preso un gol iniziale che ci ha creto problemi per l’andamento della partita. Abbiamo provato a rimetterla in piedi, ma poi abbiamo preso il secondo gol. Nel secondo tempo abbiamo fatto bene, ma non siamo riusciti a rimontarla anche perchè lo Spartak si è chiuso molto ed era difficile trovare spazi“.

Come mai non ha dato la mano all’allenatore dello Spartak Mosca al termine del match?

Rui Vitoria non mi ha salutato all’inizio della partita. Io all’andata lo sono andato a cercare, lui non è venuto e non si saluta alla fine solo perchè hai vinto una partita“.

Abbiamo visto anche contro l’Inter che quando questa squadra va sotto va un po’ in difficoltà. Questo la preoccupa in vista della gara contro la Lazio?

Contro la Lazio spero di recuperare qualche calciatore per fare delle sostituzioni. Non mi preoccupa andarla a giocare, mi preoccupano le scelte sbagliate durante la partita. Oggi, però, la palla l’abbiamo giocata bene, soprattutto nel secondo tempo, ma dovevamo fare più attenzione sui gol sbagliati. Ho fatto delle scelte offensive perchè pensavo di poterla mettere subito a nostro favore. Ho messo Mario Rui a fare il mediano perchè Lobotka era stanco, mentre Fabian Ruiz aveva un piccolo problema e se scendeva in campo rischiavo di non averlo domenica“.

Lei ha detto che gli infortuni fanno parte del calcio, come giudica la prova di chi è sceso in campo in questa partita?

Infortuni? Non me li aspettavo tutti insieme. Noi, però, abbiamo giocato bene, nel secondo tempo non hanno superato la loro metà campo e ho avuto delle risposte molto positive. Anche stasera abbiamo visto ottima reazione, ma noi potevamo vincerla la partita. Abbiamo perso, ma l’atteggiamento della squadra mi è sembrato corretto“.

Il Napoli è più forte qualitativamente dello Spartak Mosca, ma a volte la voglia batte la qualità. Cosa ne pensa?

Lo Spartak ha giocato la partita che doveva giocare. Noi abbiamo sbagliato a farci sorprendere all’inizio, ma noi abbiamo fatto ciò che dovevamo. Facciamo i complimenti a loro e proveremo a fare meglio le prossime partite e migliorare ciò che oggi non è andato bene“.

Come valuta il lavoro degli arbitri? Il tempo ha influenzato il gioco?

No, il tempo non ha influenzato niente. Se hanno vinto gli altri è perchè sono stati più bravi di noi. Sono stato ammonito perchè nelle sostituzioni i calciatori dello Spartak che venivano sostituiti perdevano 3 minuti per uscire dal campo. L’arbitro, in generale, non sta a me giudicarlo“.

Articolo precedenteSpalletti a Sky: “Nel primo tempo abbiamo sbagliato troppo, meglio nel secondo. Rifiuto della stretta di mano? Vi spiego il motivo”
Articolo successivoKoulibaly: “Arrabbiato per i tanti gol presi, dobbiamo mettere a posto la difesa!”