Hugo Maradona: “Ogni giorno piango per Diego, mi manca da morire! Mi coccola l’affetto dei napoletani. Questione Maglia? Vi dico questo”

Tra qualche giorno, esattamente giovedì prossimo, sarà un anno dalla morte del dio del calcio: infatti, il 25 novembre, in una classica giornata autunnale, tutto il mondo, non solo degli appassionati di calcio, ha vissuto una serata orribile, in quanto Diego se n’era andato.

Sicuramente, se è stato così grande lo sgomento in giro per il mondo, le persone che gli hanno voluto bene saranno ancora sotto shock per questa morte così improvvisa: tra questi, c’è il fratello Hugo Maradona, che vive a Napoli e che in un’intervista a Tuttosport ha voluto ricordare così il fratello:

E’ tutto molto triste e non è giusto che se ne sia andato a 60 anni, ma non si può tornare indietro: spero soltanto che la giustizia argentina riesca a trovare i colpevoli della sua morte, e a dar loro una pena giusta”.

Quanto le manca Diego?

“Diego mi manca tanto, tantissimo: mi mancano le sue telefonate, la sua voce, il suo modo di parlare diretto e di darmi consigli. Alle volte l’essere diretto gli ha creato problemi, ma tantissimi lo amano perché era così”.

La fermano in tanti per parlare di Diego?

Sì e mi impressiona che tanti bambini mi parlino di lui; insomma, non l’hanno mai visto giocare, eppure parlano come se l’avessero visto e questa cosa mi commuove”.

Per questo vive ancora a Napoli?

“Anche per questo, per me è un orgoglio vivere dove Maradona è Maradona. Qui ci vogliono tutti bene, l’affetto per lui non è mai scemato e ciò mi rende orgoglioso. Mi piace essere in mezzo alla gente comune e voglio portare in tanti quartieri il calcio per far divertire i bambini”.

E come si sente quando pensa allo stadio Maradona?

Mi fa uno strano effetto, per me è sempre stato il San Paolo, ma questo omaggio è bellissimo e mi fa capire come sia stato giusto da parte di Napoli omaggiare mio fratello”.

E sulla maglia? Cosa ne pensa?

Ringrazio la società, è un omaggio sincero, fatto con il cuore e che mi dà molto piacere”.

Fonte: Tuttosport.

Articolo precedenteIl Mattino: emergenza Covid in Russia, il Napoli non sarà in conferenza pre-Spartak
Articolo successivoIl Roma – Malcuit torna disponibile per Spalletti: potrebbe essere un’arma in più nel corso della stagione!