Osimhen a TLN: “Amo la città e lavorare con Gattuso è un sogno! Juve-Napoli? Penso questo”

Il nuovo attaccante del Napoli Victor Osimhen è stato intervistato da TLN, un’emittente televisiva canadese e ha parlato di molti argomenti, come la sua vita in Italia e come si sta trovando nello spogliatoio azzurro.

Victor, hai appena concluso il tuo primo mese in Italia. Com’è la vita a Napoli?
“La vita qui è fantastica, esattamente come mi aspettavo, c’è molta passione qui e sono felice di essere in un gran club”.

Hai detto che i fan sono stati importanti nella tua decisione di venire a Napoli. Cosa hanno fatto per convincerti?
“Per prima cosa, avevo un po’ paura di venire in Italia ed infatti ho parlato prima con il mister e con il presidente. Prima ancora di firmare i fan mi hanno dimostrato moltissimo amore, quando sono arrivato ho visto ciò che mi dicevano riguardo la città, è fantastica. Così è stato semplice per me prendere questa decisione”.

Dries Mertens e Tommaso ti stanno insegnando l’italiano. Vuoi dirci qualche parola che hai imparato?
“Ancora non so parlare bene in italiano, quando Tommaso porta il caffé mi dice: “Vuoi questo meraviglioso caffé?”. Stare con queste persone a me fa molto bene, sono stati fantastici da quando sono arrivato”.

Lavori con Gattuso, che non è facilmente accontentabile ma ha parlato molto bene di te. Com’è lavorare con lui?
“Per me è un sogno che diventa realtà perché lo vedevo giocare e giocare per lui è un grande stimolo. Posso crescere non solo come giocatore ma anche come uomo e sono sicuro che migliorerò”.

Parliamo di quello che è successo con la Juventus. Cosa pensi della decisione che è stata presa?
“So che per via della situazione causata dal Covid-19 non siamo potuti partire per Torino, noi eravamo tutti pronti perché era una delle partite più importanti della stagione. Non so, sicuramente non è stato bello non poter giocare ma guardiamo avanti”.

Contro l’Atalanta avete fatto una grande partita, avete vinto 4-1. Quello che abbiamo visto in quella partita può essere il Napoli che vedremo in questa stagione?
“Credo che faremo una grande stagione. Noi siamo pronti e abbiamo anche un grande allenatore”.

Parlando di Atalanta, hai segnato il tuo primo gol e l’hai dedicato alla Nigeria che sta passando un momento difficile. Vorrei lasciarti uno spazio per parlare di quello che sta succedendo.
“Io so da dove vengo, le persone vogliono una vita migliore. Non è facile la vita per i più poveri, è molto importante ciò per cui si battono e dovremmo ascoltarli in tutto il mondo”.

Cosa possiamo fare noi per aiutare?
“Certo non solo io provo ad aiutare, ho anche chiamato tante persone. Dobbiamo far girare il messaggio”.

Hai superato molte difficoltà crescendo e ora stai giocando in Serie A. Come valuti la tua carriera?
“Ho sempre fatto di tutto per aiutare la mia famiglia e ho dedicato tutto al calcio. Continuerò a dare tutto per questo sport meraviglioso”.

Hai parlato apertamente delle tue difficoltà. Qual è stata la cosa che ti ha sempre fatto andare avanti?
“Sono sempre stato ottimista, già quando ero piccolo sapevo di poter arrivare a giocare ad alti livelli e la mia famiglia mi ha sempre supportato. Loro e i miei amici mi hanno sempre aiutato e questa è stata la mia più grande motivazione. Se avessi mai pensato di mollare so che non l’avrei mai fatto anche solo per questo motivo. Voglio renderli orgogliosi e provare che chi non credeva in me aveva torto”.

Hai vinto il Mondiale U17, la scarpa d’oro U17 e ora giochi con il Napoli, qual è il tuo prossimo obiettivo?
“Il Napoli è una squadra di altissimo livello, tutto ciò che sognavo da bambino si sta avverando. Giocare in questa bellissima città in una delle squadre più forti al mondo è già un grande traguardo”.

Puoi mandare un saluto a tutti i tuoi fan canadesi che ti guardano ogni weekend su TNL?
“Grazie a tutti per il sostegno, continuerò a dare il massimo sul campo per ripagare la vostra fiducia”.