Napoli, De Luca: “Record negativo oggi, se continuiamo così chiudere è l’unica soluzione”

    Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania

    Il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha anticipato i dati del bollettino durante la sua diretta Facebook sul suo profilo ha annunciato nuove misure:

     “Fino a quando decidevamo noi c’era un percorso, dopo l’apertura di tutto evidentemente siamo diventati la regione più esposta, perché siamo la regione con la maggiore densità abitativa”, ha detto De Luca. “Ora siamo in piena pandemia, la situazione è grave.

    I dati dell’ultima settimana: 186, 195, 208, 159, 171, il 21 settembre 242, 156, 248, ieri 195, oggi 253 con 7600 tamponi con una percentuale del 3,38%. Se non avessimo fatto controlli per chi tornava dall’estero questi dati sarebbero raddoppiati. Abbiamo 25 ricoveri in terapia intensiva. Fino a dieci giorni fa i pazienti avevano età sotto i 30 anni, ora l’età si sta alzando. Dobbiamo prevedere più terapie intensive. In totale i positivi sono 14255. Possiamo arrivare in tempi brevi a 940 posti letto. La previsione dei nostri epidemiologi da qui al 21 ottobre è di un incremento di 5000 contagi. Oggi abbiamo una percentuale di asintomatici molto alta. Da qui a metà ottobre la situazione sarà delicata. Abbiamo il doppio dei contagi del 25 marzo. O decidiamo di convivere con il Covid e rispettare le regole oppure l’alternativa sarà la progressiva chiusura. Se continuiamo così dovremmo chiudere tutto”.