LIVE MN – Gattuso: “Motivazioni? Ricordo i calci in strada. Trovata la chiave tattica, Insigne in campo solo in una ipotesi”

Manca ormai poco alla consueta conferenza di vigilia che – per l’occasione – mister Gennaro Gattuso terrà con David Ospina dalla sala stampa del Camp Nou.

Di seguito la diretta di MondoNapoli.it delle dichiarazioni del tecnico partenopeo e del portiere colombiano alla vigilia della sfida con il Barcellona:

Gattuso: “Il lockdown ha creato uno sport totalmente diverso, il calcio di questi mesi non è vero calcio. Abbiamo giocato ogni due giorni, non so chi abbia avuto più vantaggi tra noi e ed il Barcellona. In diversi match, avendo già vinto la Coppa Italia, abbiamo giocato con il freno a mano tirato, senza motivazioni”.

Insigne? Oggi si è allenato al 100% con noi, in campo. Tuttavia, aspetterò domani per sentirmi dire da lui stesso se si sentirà al pieno delle sue condizioni per giocare”.

I numeri dicono che siamo la prima squadra italia per possesso palla e credo che, rispetto alla gara d’andata, siamo migliorati in qualcosina”.

Spagnoli hanno capito che non sono un allenatore difensivo? Forse in Italia non sanno leggere bene i numeri, mi etichettano ancora come il calciatore che sono stato, ma non è un mio problema. Se poi si spaccia l’organizzazione tattica come difensivismo, è altra storia, mi staccherò l’etichetta da dosso”.

Partita senza tifosi? Il pubblico è calcio, senza non è una partita. I tifosi fanno parte del gioco del calcio, sia a favore che contro, sono fondamentali. Non avere domani novantamila tifosi che cantano, forse è un piccolo vantaggio”.

Barcellona ancora senza titoli quest’anno? Penso che questa cosa gli darà più forza, sono affamati. Domani abbiamo l’Everest da scalare. In questi mesi ho sentito solo barzellette sul Barcellona: persone che li davano per spacciati per qualche assenza di troppo. Non sono d’accordo”.

Fabian? Ha ancora molti margini di miglioramento, sa esprimersi con un calcio tecnico; di palleggio. E’ un giovane molto interessante, sono sicuro che avrà una grande carriera davanti.
Sfide come quella di domani per gente come Fabian, Elmas, Lozano e Zielinski saranno esperienze fondamentali. Dovranno godersela, non averne paura”.

Il Barcellona è suo agio quando ha il pallone, la chiave dell’andata è stata proprio quella di sottrargli il pallone: avere noi il dominio, il possesso palla.
Se pensiamo di venire qui con la presunzione di andarli a prendere altri, ci fanno male alla prima uscita dal pressing
“.

Ospina: “Camp Nou senza tifosi? E’ una partita strana per tutti”

Che voto do alla nostra stagione? Abbiamo perso diversi punti banalmente, ma ci siamo ripresi. Vogliamo fare cose importanti per questa società, adesso”.

Gattuso: “Come preparare mentalmente questa gara? Non ci saranno molte parole da spendere domani, penso che le migliori motivazioni per queste partite si trovano facendo ricordare ai calciatori da dove sono partiti: i primi calci in parrocchia, per strada..”

Il Barcellona non è una questione di numeri, moduli. I blaugrana hanno una metodologia, una filosofia. Per me è importante sapere come vogliono mettersi in campo, cosa vogliono fare, che visione del gioco hanno in questa gara”.