RILEGGI LIVE MN – De Laurentiis: “Osimhen voluto fortemente da Gattuso. Futuro Koulibaly? Se son rose fioriranno! Media Company la strada della maturità”

Gentile lettrici e lettori di MondoNapoli, buonasera.

Alle ore 20 il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, parlerà in esclusiva ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli nella giornata dell’arrivo ufficiale di Victor Osimhen in azzurro. A breve le sue dichiarazioni!

Su Media Company:
“La lega deve commercializzare le partite per Media Company. E’ la strada della maturità, tutte le squadre, anche le medio-piccole, guadagneranno molto di più. Se si dovesse scegliere un’altra strada si lascerebbero indietro tantissimi miliardi di euro”.

C’è possibilità che a Napoli arrivi Boga?
“Innanzitutto il Napoli deve vendere, senza Champions non entrano circa 200 milioni. C’eravamo prefissati di non comprare nulla senza entrate, e invece abbiamo piazzato un colpo da 90 come Osimhen. Se dovessimo iniziare a fine settembre, inizio ottobre, avremo tutto il tempo per vendere ed acquistare eventualmente sostituti”.

Sul futuro di Koulibaly:
“Quando lui vorrà consultarsi con me, io sono qui. Se son rose fioriranno”.

Sulla gara contro il Barcellona:
“Dobbiamo andare a fare la partita, senza pressione e senza paura. Se lo merita Rino e se lo merita questa città che ha dovuto subire la chiusura degli stadi per il Covid”.

Che mercato sarà quello del Napoli?
“Innanzitutto preoccupiamoci di finire al meglio questa stagione e speriamo di passare il turno contro il Barcellona. Dopo agosto ci sarà la preparazione e poi cominceremo una nuova stagione, speriamo non il 12 settembre perchè sarebbe pura follia per le società e per i giocatori”.

Il fratello ha dichiarato che Victor è entusiasta del progetto.
“E’ molto importante che un calciatore ventunenne che viene dalla Nigeria, che ha giocato col Lille, sia rimasto molto colpito dalla dea Partenope che ha attirato subito la sua attenzione”.

Che operazione è stata quella di Osimhen?
“Rino Gattuso ci teneva molto a questo giocatore, è stato bravo Giuntoli a concludere l’affare. Non è stata un’operazione facile, ha cambiato agenti e abbiamo dovuto ricominciare tutto da capo”