Entourage Hamsik: “Lobotka è forte. Futuro di Marek nel Napoli? Dico questo”

    Marek Hamsik, centrocampista slovacco

    Il membro dell’entourage di Marek Hamsik, Martin Petras, è intervenuto a Radio Goal rispondendo a delle domande sul suo assistito, sulla situazione del campionato in Cina (rimandato per via del coronavirus) e non solo:

    Hamsik e Benitez a Marbella? Resteranno lì fino al 6 marzo, non si sa quando riprenderà il campionato cinese”.

    “Marek è arrivato a Napoli ragazzino, nessuno lo conosceva e poi ha scritto la storia. Ha conquistato il cuore dei tifosi, e oltre a quelle calcistiche (le coppe vinte con gli azzurri), sono veramente delle soddisfazioni. Lui ha Napoli nel cuore, ma è difficile che ci torni a vivere, la famiglia ora è in Slovacchia fino a quando giocherà in Cina. Una volta finita la carriera, penserà a cosa fare. Intanto ha già avviato attività commerciali e tiene molto alla sua scuola calcio in Slovacchia ma non è detto che possa farne un’altra a Napoli”.

    Mertens e il record? Lui vuole bene a tutti i compagni, non è arrabbiato che Mertens possa superarlo”.

    Carriera nel Napoli dopo finita quella da calciatore? Come con quel benedetto giro di campo, non può deciderlo lui. Nel caso dovessero chiederglielo, sicuramente ci penserà. Siamo tutti favorevoli, anche se vorrebbe giocare almeno altri due anni. Una figura come lui potrebbe essere importante come altri fanno all’Inter, Milan e Juve”.

    Lobotka? De Laurentiis non chiamò Marek, ma era in contatto con Giuntoli. Se Lobotka è arrivato, è anche merito di Hamsik. In questi transfer le cose non sono mai semplici, anche perchè il giocatore è forte, e Marek ha aiutato (i due sono molto amici, le parole di Lobotka su Hamsik clicca qui)”.

    Benitez? Si sono chiariti, non ci sono problemi. Sempre stato educato Marek”.