VAR- La FIGC pronta a venire incontro alle richieste dei club di Serie A con l’introduzione di un nuovo strumento

Dopo i nuovi errori arbitrali nell’ultima giornata di campionato e le continue lamentele dei più importanti club di A, la FIGC ha finalmente preso una posizione. Come spiega in un comunicato ufficiale, la federazione, per salvaguardare il resto del campionato, che si appresta ad entrare nelle fasi più salienti, ha ufficialmente richiesto alla FIFA di sperimentare l’utilizzo del challenge. In questo modo, il campionato italiano potrebbe essere tra le prime leghe ad introdurre un nuovo strumento così come fece all’epoca per il VAR. Con questa soluzione, la FIGC, avrebbe trovato il modo di esaudire le richieste dei vari club senza intaccare l’autorevolezza del direttore di gara.

Per chi non lo sapesse, il challenge è usato principalmente nel tennis. Consiste nella possibilità di dare agli atleti l’opportunità di “correggere” l’arbitro. L’uso è è ovviamente limitato ma quando viene usato, il direttore di gara è obbligato a rivedere l’azione incriminata e, nel caso fosse necessario, cambiare il responso della decisione.