Repubblica – San Paolo, si punta al modello inglese. Formisano: “Siamo per il rispetto delle leggi”

    L’edizione odierna di Repubblica parla del San Paolo come accogliente, pulito, in perfetto stile inglese che offre spettacolo a giovani e famiglie. Queste ultime, preferite agli ultras. È un San Paolo rinnovato per il restyling da 25 milioni di euro, ma silenzioso per la protesta delle Curve. La società del Napoli, dal canto suo, è d’accordo con le sanzioni per chi scavalca, sale sulle balaustre, litiga con gli steward o occupa le via di fuga. E anche se non lo fosse, cambierebbe poco: il codice etico è stato imposto dalla Figc due anni fa. Quindi, le richieste degli Ultrà tramite legale di aree ad hoc, saranno rese vane.

    Le forze dell’ordini a tali richieste, rispondono: “Sì al dialogo ed al buonsenso, no alle eccezioni”.

    Inoltre ADL si è attivato per riportare giovani e famiglie al San Paolo, con il nuovo settore ‘Tribuna Young’ per circa 2000 ragazzi delle scuole calcio.

    “Abbiamo ascoltato la richiesta di sicurezza della maggior parte dei tifosi. Noi siamo per il rispetto delle leggi. Non c’è volontà persecutoria, auspichiamo il ritorno di tutto. Ma le regole vanno rispettate, sempre”. Dirà Alessandro Formisano. Quindi, si guarda al modello inglese.

    Articolo precedenteGazzetta – Napoli-Fiorentina, gioco degli azzurri ideale per Chiesa: la strategia di Iachini
    Articolo successivoLorenzo Insigne, un Capitano ritrovato?