Gattuso in conferenza: “Ragioniamo partita dopo partita. Demme e Lobotka? Giocatori diversi. Infortunati? Vi spiego”

Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli, è intervenuto presso la sala stampa di Castel Volturno per la conferenza stampa pre gara di rito.

Le prossime 3 gare rappresentano una rampa di lancio? O bisogna continuare a ragionare partita dopo partita?

Si deve ragionare partita dopo partita, la gara di domani è complicata: la Fiorentina gioca da squadra, sarà difficile e noi dobbiamo portare i 3 punti a casa

Cosa serve per migliorare in zona goal?

Sinceramente ci abbiamo lavorato poco, a mio giudizio le difficoltà erano incentrate particolarmente tra centrocampo e difesa. Le difficoltà riguardano la fase offensiva che comincia dalla difesa: per questo io batto sulla pressione, la nostra difesa deve consentirci di tenere gli avversari nella loro metà campo”

Un giudizio su Demme e Lobotka?

Demme può giocare a 2 oltre che da vertice basso, a Lobotka piace anche sterzare, è un vertice basso ma è capace anche di fare la mezz’ala. Sono entrambi giocatori di qualità, anche se diversi, faranno aumentare la competizione: lavoriamo a coppie, nessuno ha il posto assicurato. Ovviamente non mi piace mandare allo sbaraglio i miei giocatori, devono comprendere come vogliamo giocare”

3 gare in 8 giorni, i suoi giocatori possono avvertire la pressione in tal senso?

Mancano parecchi giocatori, non mi nascondo, ma in questo momento è questa la cosa che preoccupa maggiormente. Manca Nikola, manca Kalidou, dobbiamo recuperarli”

Tra le note positive dal suo arrivo Lorenzo Insigne: quanto può essere importante con la sua leadership nel Napoli?

Insigne è il nostro capitano, deve prendersi delle responsabilità e sta facendo bene. Questo però non vale solo per lui, dobbiamo migliorare tutti, ho apprezzato molto le dichiarazioni di Milik sul lavoro che stiamo svolgendo in allenamento”

Come si affronta la Fiorentina?

Abbiamo visto qualcosa ieri, sono una squadra che palleggia poco: non dobbiamo dargli profondità, dovremo essere bravi sotto questo aspetto, sono molto bravi ad attaccare la profondità”

Chi recupererà in vista di martedì?

Maksimovic torna oggi, Mertens ieri ha lavorato sul campo, per Koulibaly dobbiamo comprendere cosa ci dice il giocatore, per ora posso confermarvi che domani non saranno a disposizione”

Quanti punti ha nelle gambe questa squdra in vista del girone di ritorno?

“Pensiamo a Cutrone, pensiamo a Chiesa e pensiamo a Caceres, dobbiamo ragionare partita dopo partita, come abbiamo fatto con il Perugia, gara in cui avevamo tutto da perdere”

Gianluca Gaetano abbraccia Rastelli alla Cremonese, colui che ha lanciato Barella e Castrovilli, è la scelta giusta?

Gianluca sa cosa penso, ho grande stima per lui, ha doti tecniche oltre che fisiche importanti. Semplicemente ha bisogno come tutti i giocatori di crearsi un vissuto, entrare e stare 1/2 minuti in campo non è giocare. Non facciamo paragoni con Castrovilli, Castrovilli ha dimostrato che con il lavoro si possono ottenere grandi risultati”

Con l’arrivo di Lobotka e Demme anche Fabián potrebbe risultare un nuovo acquisto tornando al suo ruolo naturale?

Fabián ha grande qualità: gli vedo fare cose che riescono a pochi calciatori, ovviamente non dobbiamo immaginarlo come uno di quelli che fa pressione per tutti i 90 minuti, non è nelle sue caratteristiche. Per oggi sta giocando fuori ruolo, nonostante ciò personalmente ho visto tante buone cose, ovvio che ci sia stato qualche errore, ma è il giocatore che tocca più palloni, era prevedibile”

Si aspettava così questi primi 35 giorni a Napoli?

La situazione era complicata, lo sapevo, altrimenti non sarei stato qui, magari mi avreste trovato in vacanza in Spagna. Stiamo lavorando, sono consapevole della fatica che i miei giocatori stanno facendo, arriviamo al 70’ stanchi, ma lo mettiamo in preventivo”

Da chi le piacerebbe ripartire se tutto andasse bene? Gente come Koulibaly, Mertens, Callejon farebbe comodo?

“Mi piacerebbe, le mosse sul mercato sono conseguenza dei risultati, qualificarsi in Champions o Europa League è un qualcosa di diverso, ancor di più uscire dall’Europa. La società deve mantenere i conti in regola, ma non mi piace sentire “smantellamento”, smantellare cosa? Non c’è una società che ha acquistato tanto quanto il Napoli al momento, oggi sta svolgendo le visite mediche un ragazzo in vista del prossimo campionato (Rrahmani ndr), vedo programmazione, non smantellamento”.

Foto: SSC Napoli.