Mario Rui a Kiss Kiss: “Abbiamo fatto una grande partita: complimenti a tutti. Migliore in campo? Mi fa piacere, ma conta il collettivo. Ora testa al Lecce”

    Nel corso di Kiss Kiss Napoli da Castel Volturno è stato intervistato il laterale del Napoli, Mario Rui, autore di una prestazione super contro il Liverpool martedì scorso:

     “E’ stata una partita molto positiva, per me e per la squadra perché abbiamo fatto tutto quello che ci aveva detto il mister. Io migliore in campo? Mi fa molto piacere questo giudizio, ma è più importante il giudizio collettivo: abbiamo fatto una grande partita di squadra. I singoli possono venire fuori, ma è stata tutta la squadra ad aver fatto bene. Da solo credo possa giocare solo Koulibaly. Credo che abbiamo battuto i migliori al mondo in questo momento. Dobbiamo però riconfermarci già domenica, è una squadra difficile, li abbiamo già analizzati un po’. Se non facciamo bene domenica la gara col Liverpool quasi non sarà servita a nulla. Dovremo entrare con la mentalità giusta. E’ un gruppo più forte? Sì, ogni anno c’è un salto, ogni anno ci avviciniamo a grandi obiettivi”.

    L’amore dei tifosi per uno che non si risparmia? 

    “Non mi accorgo di niente in partita, cerco di dare il mio massimo. Poi a volte le cose vanno bene, altre male, ma io darò sempre tutto. Non do tanta importanza ad altro, ma solo ai miei compagni, a dare tutto”.

    Entusiasmo a Lecce, il Napoli non deve sottovalutarlo. 

    “Sì, hanno vinto a Torino meritatamente e abbiamo analizzato la partita anche contro l’Inter, pure lì hanno provato a giocare, uscire da dietro col portiere. Hanno giocatori forti individualmente, li abbiamo analizzati. Sarà una gara difficile, non dovremo pensare che è una neopromossa. Stiamo preparando bene la partita”.

    Sull’impatto di Di Lorenzo:

    Le sue qualità sono sotto gli occhi di tutti, poi è un ragazzo per bene ed è entrato in un bel gruppo. L’abbiamo accolto bene, è tutto merito suo per il resto”.

    Lozano, Elmas e Llorente.

     “Llorente è un ragazzo splendido, non lo conoscevo ma me ne avevano parlato molto bene. E’ un campione, ma ha umiltà e s’è calato bene in questa realtà. Lozano altrettanto, Elmas è un ragazzino ma ha tanta personalità e qualità. Il mercato è stato grandioso per noi. Ci avviciniamo ogni anno, anche se lotteremo pure con altre squadre”.

    Sulla crescita della squadra

    “Fisicamente stiamo crescendo, migliora anche l’intesa tra noi e possiamo fare molto bene”.

    Sull’Europeo:

    “Sì, è un obiettivo, ma al primo posto c’è il Napoli e continuare così. Poi se faccio bene col Napoli allora tutto viene dopo”.

    Un messaggio ai tifosi? 

    L’unica cosa che posso dire è di continuare a starci vicini, in campo faremo di tutto per ripagare la loro fiducia”.