Ancelotti: “Buona gara, cosa mi è piaciuto e cosa meno. Su Llorente e il rinnovo di Mertens…”

Dopo la sconfitta di Torino, il Napoli rialza la testa e batte per 2-0 la Sampdoria al San Paolo, decisivo Dries Mertens con una doppietta. Segnali positivi anche da parte dei neo acquisti azzurri: convincenti le prestazioni di Elmas e Lozano, così come quelle di Llorente e Di Lorenzo, autori dei due assist vincenti. Queste le parole di Carlo Ancelotti a margine dell’intervista post-gara ai microfoni di Sky:

Abbiamo visto tante cose positive oggi, cosa ti ha soddisfatto di più? “E’ stata una buona partita, abbiamo fatto bene in tutto l’arco della gara con palleggio e pressing, molto bene anche i subentranti. Oggi non abbiamo preso gol ed è un segnale positivo, a volte però forziamo troppo le palle in uscita; quello però è il nostro gioco ed i rischi ne fanno parte”.

Fabian, Zielinski ed Elmas ricoprono diversi ruoli del centrocampo. Cosa ti spinge a cambiarli spesso tatticamente? “Diciamo che tutti e 3 possono giocare in tutte le posizioni, oggi ho preferito mettere Fabian in mezzo al campo per aumentare la qualità del palleggio, Zielinski sul centro-sinistra è bravo a cambiare il gioco. Le scelte sono dettate anche dalle caratteristiche dell’avversario”.

Mi è piaciuto molto Llorente, è entrato bene in partita. Si giocherà di più con il classico centravanti d’aria? “Llorente è un giocatore completo, la sua struttura non gli preclude di avere un’ottima tecnica, l’ho voluto perchè è un terminale offensivo valido. Davanti abbiamo tante soluzioni diverse”.

Carlo, fai sempre tante rotazioni. Le pensi prima o le effettui a partita in corso? “Dipende. Spesso le prepariamo in settimana, magari chi è più affaticato parte fuori all’inizio, le mie scelte sono difficili perchè la rosa è di alto livello. Questo è molto importante ai fini della motivazione sia per chi è in campo che per chi siede in panchina”.

Sul rinnovo di Mertens? “Non lo so, spero che arrivi prima del figlio” (ride, ndr).