Meret: “Juve? Abbiamo dimostrato carattere. Sui 7 gol presi…”

    Alex Meret, portiere del Napoli, interverrà a breve a Radio Kiss Kiss Napoli, durante la trasmissione Radio Goal, per rispondere a delle domande riguardo l’inizio di stagione del Napoli e del suo momento:

    Due settimana condite dall’azzurro Italia e da quello del Napoli. Da dove vuoi partire? “Con la Nazionale è stata una settimana molto positiva. Due vittorie che ci portano molto vicini alla qualificazioni. Contento della convocazione e dei risultati, spero di qualificarci al più presto”.

    Manolas e Koulibaly. “Sicuramente non siamo partiti benissimo: 7 gol in due partite sono tanti. Dobbiamo migliorare, ma abbiamo due grandi centrali. E’ normale che debbano ancora lavorare molto per trovare l’intesa, ma già dalle prossime partite miglioreranno“.

    “In avanti sfruttiamo bene tutte le occasioni, ma serve maggiore attenzione dietro. Dobbiamo subire meno gol”.

    Trasferta di Torino, 60 minuti in difficoltà ma poi grande carattere. “Si, sono stati 60 minuti non alla nostra altezza. Poi non puoi subire una Juve così per 60 minuti, non puoi permettertelo. Sotto di 3 a 0 abbiamo dimostrato una grande forza di volontà, ci credevamo e dopo la prima rete abbiamo iniziato a giocare meglio, trovando anche il pareggio. E’ il segnale della nostra forza, ma bisogna riflettere sui primi 60′. Comunque non è da tutti rimontare tre reti, peccato per il finale”.

    Koulibaly, sfortunato sull’autorete. “Purtroppo è capitato a lui, ma a tutti può accadere uno sfortunato episodio. Kalidou non si può criticare, è stato, forse, il migliore della scorsa stagione. Si può sbagliare, fa male perchè è arrivato nel finale, ma l’importante è rialzarsi”.

    Sabato, ore 18, arriva la Samp. “Lì in attacco hanno giocatori forti. Sarà la prima davanti al nostro pubblico, daremo il massimo senza sottovalutare l’avversario”.

    Di Lorenzo. “Si è trovato subito bene con tutti, ragazzo professionale e molto serio. Da subito ha dimostrato di poter far parte del gruppo. Il mio augurio è che possa fare molto bene durante la stagione”.

    Bisogna lavorare sull’aspetto mentale? “Per ottenere risultati importanti deve partire tutto dalla testa. L’importante è restare sereni ed essere convinti di ciò che si fa, avendo l’umiltà per migliorare sempre e correggere gli errori fatti”.

    Martedì c’è il Liverpool. “Partiremo subito con la squadra che ha vinto la Champions, il nostro girone non è semplice ma è così in questa manifestazione. Dobbiamo fare più punti possibili. Queste gare, da piccolo, erano solo un sogno. Ora, trovarsi qui e giocarle, è solo una grande felicità. Farò del mio meglio”.

    Su Lozano. “Sarà un’ottima alternativa ai nostri attaccanti, ha grandi colpi. Ci darà sicuramente una grossa mano durante la stagione”.

    Su Llorente. “Uno come lui può fare bene al gruppo: giocatore d’esperienze in un gruppo giovane. Sicuro che si inserirà subito. Importante avere uno con le sue caratteristiche, sono diverse dagli altri in avanti. Gli auguro di segnare molti gol”.

    Sulla piazza. “Questa è una società di livello, una piazza che trasmette passione. Quest’anno spero di fare ancora meglio dello scorso anno”.

    Chi degli attaccanti in Serie A ti può mettere in difficoltà? “Tutti possono. Sono grandi attaccanti, con caratteristiche diverse”.