Llorente: “Napoli, ecco come si vince. Voglio fare un regalo ai tifosi, titolare con la Samp?”

Termina così la conferenza di presentazione di Fernando Llorente. Grazie a tutti i lettori di MondoNapoli.it per averla seguita con noi.

Io a fine carriera? Ho voglia di alzare qualche trofeo ma non dobbiamo alzare la pressione, quella la lasciamo alla Juve. Dobbiamo solo lottare e non mollare mai!”

Come mi ha convinto Ancelotti? Mi è bastato sentire il suo nome, è uno dei migliori tecnici al mondo”.

“Impresa con il Tottenham per arrivare in finale di Champions? Abbiamo lavorato molto e ci abbiamo subito creduto. Avevamo una squadra forte ma giovane, molto determinata e convinta di potercela fare giocando bene ogni partita”.

Preferenza di un modulo? Non ho alcuna preferenza per quanto riguarda moduli o ruoli, Ancelotti è l’unico che può decidere”.

“Se sono pronto per la Samp? Io mi sento pronto, anche se non penso di poter reggere i 90 minuti ancora. Tuttavia, io sono qui ed aspetto il mister già con la Sampdoria”.

Io etichettato come punta da ultimi venti minuti? Io non lo so, penso solo ad allenarmi e dimostrare il mio meglio al mister. Sarà lui a decidere”.

Cosa ne penso di Milik? Cercherò di aiutarlo – se avrà bisogno – ma l’attacco è già fortissimo di suo”.

Ho trovato una vera famiglia in questo spogliatoio, spero di essere qui per dare alla formazione qualcosa che finora non hanno avuto. Vogliamo dare il nostro meglio in campo per convincere ed invogliare i tifosi a riempire il San Paolo”.

Cosa ne penso di questa Serie A? E’ diventata molto più forte, ci sono allenatori top come Ancelotti, Sarri e Conte. Dobbiamo essere molto forti psicologicamente per vincere in questo campionato così competitivo”.

“Perchè la maglia numero 9 al Napoli? Perchè è il mio numero, so che è pesante ma sono abituato a sopportare questa pressione. Mi ha portato fortuna in altre squadre e spero che lo faccia anche qui, sono a Napoli per questo”.

Io forte solo di testa? Vero, ma non solo questo. Devo lavorare molto perchè voglio farvi direttamente se ne sono capace”.

Io in giro per Napoli? Sono impressionato davvero, è stato un amore a prima vista”.

Cosa ne penso del mio connazionale Fabian? Gioca titolare nella Spagna maggiore, credo che abbia tutto il potenziale per essere un campione”.

Il Napoli è attrezzato per vincere? Dobbiamo crederci. Quando lo affrontavo da avversario notavo l’enorme qualità di squadra, adesso ci sono dentro e so che per vincere davvero bisogna crederci sul serio”.

Cosa ho notato appena atterrato? Ho visto e percepito subito tanto affetto, spero di ricambiare in campo l’entusiasmo che stanno mettendo in campo i tifosi”.

Perchè sono venuto qui? Indubbiamente per il blasone della squadra, è sempre bello e difficile giocare al San Paolo. In più, ovviamente, c’è la qualità di un allenatore internazionale”.

Scudetto o Champions? Di finali ne ho perse due, vorrei arrivare ad alzare questa coppa!”

Ambientamento? Mi sto trovando molto bene, gli spagnoli di questo gruppo mi stanno accogliendo a braccia aperte”.

Come si batte la Juve? Non è mai facile, loro hanno due squadre quasi di pari livello. Ce la metteremo tutta”.

Campionato italiano? Sta crescendo sempre di più, l’ho notato molto in questi anni in cui ho giocato fuori, in altri campionati”.

Martedì incontrerò di nuovo il Liverpool, mi rievocano i brutti ricordi della finale persa ma sono qui per batterli stavolta”

Dopo il mio passato alla Juve, come mi troverò qui? Sicuramente bene, sono molto entusiasta perchè ho voglia di dimostrare le mie doti e di andare a segno”.

Se sono cambiato in questi anni? Certo, il tempo passa ma spero di aver maturato certe qualità. Non mi prefisso un numero di goal per questa stagione ma sono sicuro di dare il massimo per questa maglia, voglio rendere felici questi tifosi”.

Come mi sento? Non sono arrivato malissimo qui a Napoli, anche se ho dovuto allenarmi per molto tempo da solo e non è mai la stessa cosa. Sono pronto per giocare ma aspetto e rispetto le decisioni del mister”.

Perchè ho aspettato il Napoli? Il club azzurro è una grande squadra, è la seconda d’Italia ormai da anni e lotta per i vertici. Avevo voglia di giocare ad alti livelli e di competere per il torneo più bello al mondo, la Champions League. E’ stata dura, ho aspettato tre mesi dopo la finale di Madrid ma alla fine sono arrivato dove volevo”

12.37 Arriva Fernando Llorente all’interno della sala stampa partenopea:

12.20 – Manca ormai poco alla presentazione ufficiale del centravanti spagnolo classe
1985, arrivato in azzurro proprio allo scadere di questa lunga finestra di calciomercato e vincolato al club azzurro con un biennale da 4 milioni complessivi.
Ricordiamo a tutti gli ascoltatori che Fernando Llorente vestirà la maglia numero 9, lasciata libera da Simone Verdi dopo il suo trasferimento al Torino

12.10 – Un caloroso benvenuto a tutti i lettori di MondoNapoli.it sintonizzati per seguire in diretta le parole di Fernando Llorente – ultimo acquisto della campagna estiva del club partenopeo – in procinto di essere presentato ufficialmente al pubblico direttamente dalla sala stampa del centro sportivo di Castel Volturno