Pres. Pachuca su Lozano: “Si imporrà anche in Italia, farà le fortune del Napoli”

    Hirving Lozano, a meno di colpi di scena, dovrebbe essere il prossimo acquisto del Napoli. Il messicano ha mosso i primi passi da calciatore nella squadra messicana del Pachuca, ed è proprio il presidente Jesús Martínez Patiño che, ai microfoni di Tuttomercatoweb, ha parlato del giovane talento cresciuto in casa propria:

    Per il Pachuca, cosa rappresenta Hirving?

    “Per noi è un figlio adottivo, idolo per i tifosi. Noi al Pachuca, prendiamo giovani sui 10-11 anni, li formiamo ed educhiamo nelle nostre scuole, permettendo loro di crescere sotto ogni punto di vista, umano e calcistico. Hirving è uno di quei figli del nostro settore giovanile, rappresenta al meglio la nostra filosofia e non posso che parlarne benissimo”.

    Ricordi del primo Lozano?

    “Mentre sul campo era fortissimo, a scuola non aveva molta voglia di studiare. Era superiore alla media: veloce, forte tecnicamente, un innato istinto del gol nonostante abbia sempre giocato come esterno. Oltre all’aspetto calcistico, ha sempre avuto la testa sulle spalle ed è una grande bella persona. Grazie ai suoi gol abbiamo vinto un campionato e una Champions CONCACAF, gli vogliamo tutti bene”.

    Esploso col Pachuca, PSV la conferma, e ora il Napoli per il grande salto. È pronto per lei?

    “Non ho dubbi, assolutamente si. Con lui il Napoli fa un colpo da scudetto: è un attaccante fenomenale che può solo migliorare ancora con Carlo Ancelotti. Sono sicuro che farà benissimo in Serie A e si confermerà fra i top player”.

    Il mercato, per lui le richieste non sono mai mancate.

    “Già da quando era da noi ha sempre avuto l’interesse di molte squadre: in Inghilterra, in Spagna, in Francia, in tutta Europa lo volevano. Il PSV, in Olanda, alla fine la spuntò e i risultati gli hanno dato ragione: gol e assist a non finire con un bel titolo nazionale Eredivise in bacheca. Sono sicuro che farà le fortune anche del Napoli, e per 42 milioni di euro vi posso assicurare che è un regalo”.

    Vi sentite ancora?

    “Ovviamente. Siamo amici con lui e tutta la sua famiglia. Hirving sta ancora studiando a distanza e noi lo stiamo accompagnando in ogni passo della sua carriera. Siamo molto orgogliosi. Sarà sempre, per il Pachuca, uno dei simboli. Anche per l’intero calcio messicano, è un idolo. Specialmente dopo lo scorso mondiale in Russia. Dopo il suo acquisto, vi farò vedere quante maglie venderà il Napoli: Hirving non è solo forte in campo, ma è anche una macchina per immagine e business”.

    Cosa gli vuoi dire per la nuova avventura?

    “Un grosso in bocca al lupo, augurandogli sempre il meglio. Sicuro che si imporrà anche in Italia aiutando il Napoli a vincere, grazie alla professionalità e talento. Faccio anche tanti complimenti al presidente degli azzurri, Aurelio De Laurentiis, che ha realizzato uno dei migliori colpi dell’estate”.