Kostas Manolas: un dio greco in città

Manca solo l’ufficialità (che dovrebbe arrivare domani) ma Kostas Manolas è un nuovo calciatore del Napoli. Accanto a Koulibaly rappresenterà una delle difese più forti del campionato 2019/2020.

Ma andiamo a scoprire insieme qualcosa in più sul calciatore greco.

Kostas Manolas nasce a Basso il 14 giugno 1991 ed è il nipote dell’ex calciatore Stelios Manolas.

CARRIERA:

Cresce nelle giovanili del Thrasyvoulos Fylis e firma il primo contratto da professionista il 16 giugno 2009 con scadenza nel 2012.

Successivamente passa nelle file dell’AEK Atene con cui esordisce contro l’AO Kavala. Il suo primo goal lo segna contro l’Olympiacos F.C.

Ed è proprio all’Olympiacos che passa il 31 luglio 2012 e dopo 2 anni in cui colleziona 74 presenze e 6 goal con la casacca greca, viene ceduto alla Roma.

Ed è proprio alla Roma che si mette in mostra e trascorre 5 anni. Il suo goal più importante ed emozionante è stato sicuramente la rete del 3-0 contro il Barcellona che permette ai giallorossi di approdare alle semifinali di Champions League per la prima volta dal 1984.

Il 30 giugno 2019 viene ceduto a titolo definitivo al Napoli con cui firma un contratto quinquennale.

NAZIONALE:

Viene convocato per la prima volta nel 2013 dalla Nazionale maggiore della Grecia.

Nel 2014 viene convocato per i Mondiali di calcio in Brasile, in cui colleziona 4 presenze.

Segna il suo primo goal con i Greci l’11 settembre 2018 nella partita di UEFA Nations League persa 2-1 in trasferta contro l’Ungheria.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

  1. difensore centrale tra i più veloci del suo ruolo;
  2. molto abile nei colpi di testa;
  3. cerca di giocare in anticipo sugli attaccanti.