Ancelotti a Sky: “Abbiamo perso motivazioni e spirito, sono dispiaciuto perchè questa squadra può e deve dare di più. Su Insigne…”

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta contro l’Atalanta:

“Abbiamo fatto molto bene per 60 minuti, abbiamo pressato alto e speso molto. Poi col pareggio era difficile anche a livello psicologico, considerando anche le tantissime occasioni create e non concretizzate. L’Atalanta è molto forte nei duelli individuali, soprattutto dietro, allora abbiamo provato a tenere largo Mertens e combinare, anche se con loro non è facile l’abbiamo fatto bene per un’ora.

La rosa corta a centrocampo vi ha creato problemi? Abbiamo perso qualcosa nella seconda parte di stagione, ma non credo sia dipeso dal fatto che sono andati via alcuni giocatori perchè la soluzione l’abbiamo sempre trovata. Abbiamo perso motivazioni e spirito. Ora dobbiamo blindare il secondo posto per poi migliorare il prossimo anno”.

Sul rinnovamento della rosa azzurra: “Bisogna solo dare continuità a questa squadra. Qualche aggiustamento ci sarà, ma già quest’anno sono arrivati alcuni calciatori. La gran parte resterà per dare continuità”.

Sei deluso? “Si, sono dispiaciuto perchè questa squadra può e deve fare di più. Il calcio è questione di attimi e quando non sei al 100% l’attimo ti sfugge”.

Su Insigne: “E’ un patrimonio della società, deve riprendersi e tutti noi l’aspettiamo. Oggi ho voluto preservarlo, ha giocato tre partite in una settimana e c’è stato un grande dispendio fisico, sarà pronto per le prossime gara”.