Ancelotti a TuttoSport: “Koulibaly non si tocca e vale 150 milioni. Adl diverso da tutti i presidenti che ho incontrato per un motivo”

Nel giorno di Napoli-Arsenal parla Carlo Ancelotti in un’intervista esclusiva a TuttoSport. Diversi temi trattati, si parte subito però con una domanda sulla sfida di stasera: “Noi dobbiamo avere coraggio, intelligenza, cuore. Il San Paolo ci spingerà ma molto dipenderà da noi che non dobbiamo commettere gli errori dell’andata. Ma non li commetteremo ne sono convinto”.

Poi inevitabile non parlare del mercato: “Sul mercato posso dirvi che Koulibaly ha ancora margini di miglioramente e, ad oggi, per me è il difensore più forte del mondo. Non vale meno di 150 milioni ma non si muoverà da Napoli”.

Si parla anche della sua prima stagione a Napoli: “Ritornando in Italia non potevo scegliere che Napoli, ossia il meglio. La stagione in Campionato non è stata un fallimento perchè abbiamo trovato una Juve che ha corso tanto”.

Juve che secondo Ancelotti non è imbattibile: “Nessuno è imbattibile ma serve ubo sforzo collettivo anche dalle altre squadre di serie A che devono rinforzarsi”.

Una battuta anche sul presidente De Laurentiis: “È un uomo onesto e generoso. Tra i vari presidenti che ho avuto mai nessuno mi ha lasciato tanta carta bianca quanto lui. Ed io non posso che apprezzare”.

Infine il tecnico azzurro si è esposto anche su una proposta che gli era giunta prima della chiamata di De Laurentiis ossia la Nazionale Italiana: “La Nazionale Italiana mi ha lusingato. Ci sono stati ben due incontri con dei miei interlocutori che però hanno spiegato che la mia intenzione era quella di proseguire ad allenare squadre di club. Mancini sta facendo un ottimo lavoro”.