Trombetti: “Insigne è nel cuore, ma c’è un qualcosa di sospetto. Il calcio ormai è un business mondiale”

Guido Trombetti ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Marte Sport Live. Queste le sue considerazioni sul club azzurro: “Abbiamo tutti a cuore Insigne, è un gioiello. Gira un’atmosfera sospetta attornio a lui. Lorenzo ha 28 anni, questi sono gli ultimi contratti della sua vita da calciatore. Raiola è un intermediario, è suo interesse che venga venduto. Nel calcio non esistono più le bandiere, lo sappiamo tutti”.

Trombetti ha aggiunto: “Il calcio è diventato un grande business mondiale. Non dimentichiamo che la Juventus, quando aveva Baggio e Del Piero, poi decise di dare via Baggio. Non escludo che Ancelotti, per l’economia della squadra, faccia valutazioni simili. La mia domanda è: era questo il momento in cui aprire certe discussioni? La posizione di Ancelotti è un po’ democratica”.