Pagelle MN – Milik e Mertens brillano, grande risposta di Verdi

    Un grande Napoli all’Olimpico, per la terza vittoria consecutiva in terra romana.

    Riportiamo qui le pagelle di MondoNapoli:

    Meret 6: ingenuo sul rigore concesso, oggi appare più insicuro ma è bravo nella ripresa sulla botta di Cristante.

    Hysaj 6,5: ottima partita in fase difensiva dell’albanese, stavolta anche più propositivo nella trequarti avversaria. Dal 68 st, Malcuit 6: si limita al compitino, il risultato era già ben incanalato dagli azzurri.

    Maksimovic 6,5: domina su Dzeko lasciandogli praticamente le briciole, pecca forse un pò di concentrazione nell’occasione del rigore giallorosso.

    Koulibaly 7: ormai non fa più notizia, un top player a tutti gli effetti, pare abbia una calamita: tutti i cross buttati in area sono suoi.

    Mario Rui 6,5: gara da ex, il portoghese si galvanizza. Attacca e difende, attendendo il vero Ghoulam il Napoli può contare su un terzino di assoluta qualità.

    Fàbian 7: si diceva che non fosse al meglio: menomale, partita sontuosa dello spagnolo che gestisce alla perfezione ogni pallone, mai banale.

    Allan 6: forse il peggiore degli azzurri, alcune buone chiusure, ma il vero brasiliano è altra roba.

    Verdi 7: parte subito fortissimo, con un grande assist per Milik. Sbaglia poi un goal semplice, ma nella ripresa di rifà alla grande: suo il goal della sicurezza. Dal 74 st Younes 6,5: il tedesco ormai ci ha preso gusto, entra e segna. Appare sempre più pimpante sotto l’aspetto fisico.

    Callejon 6,5: fondamentale, come sempre il lavoro dello spagnolo, suo l’assist per Mertens. Encomiabile.

    Mertens 6,5: decimo goal, 9 gli assist. Il belga si conferma fondamentale per lo sviluppo della manovra partenopea, il Napoli non può farne a meno. Dal 58 st Ounas 6,5: un paio di numeri d’alta scuola per l’algerino che con gli spazi aperti può essere davvero devastante.

    Milik 7: pronti e via, al secondo minuto il polacco colpisce, un gioiello alla Ibra: classe, rapidità e potenza. Sembra trovarsi a memoria con Mertens.

    Articolo precedenteSerie A, i finali della 29a: Napoli pirotecnico a Roma, pari a Firenze.
    Articolo successivoMertens a Sky: “Contento per il gol, dobbiamo continuare sempre così. Ginocchio? Sto bene”