RILEGGI LIVE – Dimaro, presentazione Ancelotti: “Vogliamo vincere! Ecco cosa ho detto ad ADL per l’attacco. E su Cavani, Jorginho e Sarri…”

2341

Il Napoli presenta ufficialmente a stampa e tifosi il nuovo allenatore Carlo Ancelotti in presenza del presidente Aurelio De Laurentiis. Segui con noi l’evento in diretta dalle 12:30!

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA PAGINA O PREMI F5.

13.21 Terminata la conferenza stampa.

13:19 Un parere sul Mondiale?

A: “Mi è piaciuto in generale, sono stato anche in Russia. Tutti aspettavano il Brasile ma il calcio cambia. Un giocatore non fa più la differenza, ma serve un gruppo che lavora bene. Nessuno si aspettava una tra Croazia o Inghilterra in finale”.

13:15 Mister, cosa pensa di Meret? È il suo portiere ideale?

A: “Sì, il calcio sta cambiando molto e cambiano anche le caratteristiche dei portieri. Ora si cerca uno bravo con i piedi per costruire. Per me quello bravo è quello che para, poi se è bravo con i piedi o se sale sugli arbitri è anche meglio”.

13:14 È vero che ha preferito il Napoli alla Nazionale?

A: “Ci ho pensato, ma il mio desiderio era di continuare con una squadra di club. Mi diverto ogni giorno sul campo ad allenare e parlare con i giocatori”.

13:13 Con il Milan strappò lo Scudetto al San Paolo, restituirà qualcosa?

A: “La soddisfazione di questo lavoro è dare gioia e far felici i napoletani è l’obiettivo per la passione che c’è intorno alla squadra. La prima in panchina in A era un Parma-Napoli, gli feci lo scherzetto, ma l’ambiente come entusiasmo e passione stimola e ci può aiutare”.

13:12 Mister un parere su Milik, l’attacco è al completo?

ADL: “Milik ha cancellato l’infortunio e deve trovare continuità. Con lui, Inglese e Mertens siamo a posto”.

13.06 Presidente, ha letto i commenti su Cavani sotto il suo tweet?

ADL:  “È quello che accade al bar, se si accontentano solo i tifosi nessun club vincerebbe. Io capisco i tifosi, ma se io ho un bravo tecnico come Allegri che vince sempre come posso integrare l’interesse dei miei sostenitori che ormai sono incubati in un liquido amniotico di una crescita che ci si aspetta sempre. Questa madre Juve cosa fa, partorisce un grande nome e l’entusiasmo rinasce e fa dimenticare le difficoltà ipotetiche anche per uno come Allegri. Si sposta l’asse di un eventuale insuccesso su uno che non si può discutere. Poi è un assist anche a Marchionne, io non posso invitarlo in un film da attore, la Ferrari invece può averlo come testimonio”.

13:05 Mister, cosa ne pensa della Var?

A: “Mi è sembrata un’ottima innovazione, non ci sono molti episodi contestabili, poi va migliorata l’applicazione ma è positiva. Evita polemiche e discussioni. Fiorentina-Juve? Inter-Juve? Non mi chiedete del VAR l’anno scorso, in Germania pure all’inizio non ha funzionato bene. Mi sono stupito due anni fa col Real quando andammo fuori e anche l’Uefa la metterà”.

13:03 Considerazioni sul reparto difensivo?

A: “Siamo alla ricerca di un laterale destro, come sapete, poi dobbiamo valutare Ghoulam ma ci sono abbastanza certezze perchè il periodo di recupero è corto. Per il resto Albiol ha scelto di restare, Chiriches sta già abbastanza bene e poi c’è Tonelli, oltre a Luperto che ha fatto molto bene l’anno scorso e lo stiamo valutando”.

13:01 I 91 punti dell’anno scorso sono un’eredità pesante?

A: “Il campionato si può vincere anche con 85 punti. Se ho sentito Ronaldo? È stato scritto che ho parlato con Ronaldo, Benzema, Di Maria, David Luiz, Vidal ma in realtà ho parlato solo con Giuntoli. Cavani? Anche… (ride, ndr). Non ho imposto acquisti a nessuno”.

12:58 Il Napoli di Ancelotti crescerà definitivamente sia in Italia che in Europa?

A: “La squadra è già cresciuta. Cercherò di portare continuità e miglioramenti. Si può fare sicuramente”.

12:56 L’obiettivo Champions sono gli ottavi?

A: “Si, l’obiettivo è passare i gironi. Bisogna vedere ma saremo competitivi. Il mio sopracciglio? È un riflesso incondizionato”.

12:51 Presidente, ci saranno altre cessioni?

ADL: “Non partirà nessuno a meno che non piacciano ad Ancelotti. Per fortuna non abbiamo tournee ma solo amichevoli di prestigio con Liverpool, Borussia e Wolfsburg. Carlo e il figlio ci hanno chiesto una squadra non troppo lunga per non creare confusione”.

12:49 Come si è arrivati al duo Meret-Karnezis, cosa pensa di Fabiàn Ruiz e di Mertens prima punta?

A: “Mertens è un attaccante completo, può fare il centravanti perchè ha fatto ben 30 gol. Può giocare anche dietro la punta ma non ala, piuttosto tra le linee. Karnezis ha esperienza ed aiuterà una giovane promessa come Meret. Fabiàn è un giovane completo che nel Betis ha giocato sul centro sinistra, non lo vedo regista. Verdi ha le stesse caratteristiche di Mertens, è un trequartista non un’ala come Callejon. Possiamo fare sia 4-3-3 che 4-2-3-1”.

12:47 Mister, perchè ha scelto di vivere in centro?

A: “Vivo in centro perchè Napoli è bella. Quando sono arrivato in nuovi posti ho sempre avuto la possibilità di portare qualcuno che ho già allenato, quì invece sono tutti nuovi, non li ho mai allenati ma ho preso informazioni. Ci sono calciatori molto esperti come Callejon, Hamsik ed Albiol che possono aiutare i giovani”.

12:43 Presidente, aggiornamenti su Sarri e Jorginho?

ADL: “La vicenda Sarri è in dirittura d’arrivo. I miei avvocati hanno sottoposto il testo ai suoi. Jorginho è un ottimo calciatore, ha richieste dal City ed abbiamo deciso di cederlo vista la possibilità di spostare Hamsik regista. Mi dovrò scusare con quelli del City, con cui avevo un accordo quindici giorni fa. Ma se Jorginho preferisce Londra a Manchester ed il Chelsea mi offre di più allora non è colpa mia.

12:40 Come si batte il potere della Juve?

A: “La Juve non è il potere, è molto forte ed ha vinto in Italia. Sarà un avversario difficile ma non ci sono solo loro. Dobbiamo fare la nostra strada per andare sempre più avanti, vedremo la stagione cosa ci dirà. Ho una squadra giovane con uno staff giovane e sono contento. Ho vissuto Napoli da avversario e so quanto può essere appassionante allenare quì”.

12:35 C’è la volontà di arrivare a qualcosa in più sul mercato per rispondere alla Juve ed essere finalmente protagonisti?

Interviene De Laurentiis: “Il Napoli è sempre stato protagonista in questi anni. Gli olandesi hanno classificato il Napoli come prima società per crescita. Le crescite non si fanno con nomi importanti, ma con undici giocatori”.

12:33 Nuovi ruoli per Mertens ed Hamsik?

A: “Sto lavorando su Hamsik per farlo giocare nel ruolo di regista. Ve lo assicuro, può fare benissimo. Ha qualità ed esperienza e in quel ruolo c’è un dispendio energetico minore rispetto alla mezz’ala. Abbiamo anche Diawara che è una certezza. Mertens non lo vedo esterno ma tra le linee”.

12:31 Il Napoli ha una fisionomia ben definita, cosa porterai? È un vantaggio o no? Pensa di telefonare qualcuno?

A: “È un vantaggio perchè mi piace molto la fisionomia di questa squadra. Ho ammirato il lavoro di Sarri e non voglio annullarlo. Ho le mie idee ma la filosofia rimarrà la stessa. La stampa parla di top player ma io ho chiesto al presidente di confermare la rosa. Per me i top player non sono quelli che guadagnano molto, abbiamo preso dei giovani molto forti. Saremo competitivi”.

12:29 Ronaldo in Italia, campionato già chiuso?

A: “Ronaldo è tra i migliori al mondo, lo conosco bene. Il suo arrivo farà bene alla Serie A ma noi lotteremo fino alla fine”.

12:26 Ancelotti, cosa l’ha convinta ad accettare Napoli?

Ancelotti: “Ho accettato per quattro motivi. Per prima cosa il Napoli ha creduto nelle mie capacità. La seconda è che avevo voglia di tornare in Italia, mi ha convinto il progetto molto interessante di una società che vuole migliorare. La squadra che ho a disposizione mi soddisfa per quanto visto negli anni passati. Il Napoli è molto vicino alle mie idee. Accetto questa sfida con molto entusiasmo, l’obiettivo è quello di essere competitivi su tutti i fronti”.