Gazzetta – I primi acquisti saranno in mediana e in fascia: per il dopo Jorginho ADL non baderà a spese, oltre Vidal spuntano due/tre candidature di giovanissimi!

Negli ultimi giorni si è parlato tanto di Benzema, Vidal e chi più ne ha più ne metta. Gente d’esperienza, calciatori dal grande passato pronti a dare da subito un contributo importante nella difficile Serie A. Ma la lista di Carlo Ancelotti è ben più lunga di quella tanto discussa in questi giorni, con il tecnico emiliano ha in mente diversi nomi per rinforzare il Napoli partendo dalla mediana e le fasce laterali. La Gazzetta dello Sport oggi in edicola analizza più a fondo delle strategie del tecnico:

“Il sogno Kimmich del Bayern, altro fedelissimo di Carletto, è inarrivabile e quindi occhio alle piste Vrsaljko e Meunier. Piuttosto, è a centrocampo che il nuovo allenatore potrebbe trovarsi a dover ricorrere alle sue amicizie perché il Napoli potrebbe fare cassa con Jorginho (richiesto in maniera esplicita dal City) ed Hamsik, che è orientato ad accettare una delle due offerte cinesi che gli sono arrivate (Shandong Luneng e Guangzhou R&F). Se ne saprà di più la prossima settimana, ma per la mediana De Laurentiis non baderà a spese.

All’orizzonte anche le candidature di Rabiot e Renato Sanches. Il francese è in crescita esponenziale, dopo che proprio Ancelotti lo ha lanciato nel calcio che conta. Ha uno stipendio ai limiti (da top player per il Napoli) ed una venerazione per Carletto che lo ha fatto debuttare nel Psg. Renato Sanches, scuderia Mendes (dettaglio non trascurabile visti i buoni rapporti con il potente agente) e di proprietà del Bayern, ha invece deluso allo Swansea ma con Ancelotti in Germania è stato buon protagonista. Nel listone per il centrocampo loro due sono ai primi posti, insieme a Seri del Nizza e Paredes dello Zenit”.

Articolo precedenteGazzetta – Sarri al Chelsea è fatta ma l’annuncio ufficiale tarda ad arrivare: dietro ragioni economiche e vincoli contrattuali, tutti i dettagli
Articolo successivoNon solo mercato e milioni: il nuovo Napoli di Ancelotti punta a una crescita strutturale e organizzativa, da lunedì al via i primi lavori