L’agente di Rui spaventa il Napoli: “E’ stato massacrato. Abbiamo da tempo deciso il suo futuro!”

    Neanche il tempo di godersi la piacevole scoperta Mario Rui, che l’ambiente napoletano si ritrova spaventato dalle parole dell’agente del terzino portoghese. Intervistato ai microfoni di RMC Sport, Mario Giuffredi ha risposto ad alcune domande circa il suo assistito: “Non credo sia stata la sua migliore partita, di gare importanti ne ha giocate già tante negli ultimi mesi. Quella di ieri è stata coronata da un gol e quindi sembra sia stata la sua migliore. Mario Rui ha sempre avuto un grande piede, se gli danno la possibilità di batterle con la convinzione che si ritrova adesso può essere un’arma in più”.

    SFIDA DA EX – “La Roma con Mario s’è sempre comportata bene. L’avevano confermato e siamo stati noi quando è arrivata l’offerta del Napoli a dire di voler andare via. Affronterà questa sfida con grande voglia di stupire”.

    STAFFETTA CON GHOULAM – “La parola sostituto dà fastidio, Mario Rui non è secondo a nessuno. E’ un titolare di una grande squadra e può essere in futuro titolare di altre grandi squadre. Poi non è detto che resterà a Napoli, nella vita possono succedere tante cose. Ripeto: non è detto che resti. I migliori terzini sinistri di questa Serie A sono due miei assistiti: Mario Rui e Biraghi. Poi di terzini in questo momento ce ne sono pochi e le qualità di Mario Rui sono tantissime ed elevatissime e con quello che sta facendo si può creare un grande mercato. Noi la nostra decisione sul suo futuro l’avevamo già presa il 1° novembre, già sappiamo cosa vogliamo fare per il prossimo anno”.

    FUTURO –  “Già sappiamo cosa fare per la prossima stagione. Ora però l’importante è fare bene sul campo. Non abbiamo accordi con altri club, però Mario Rui nei primi mesi a Napoli è stato massacrato e tante volte si è arrivati al limite dell’offesa. Poi quando sfortunatamente Ghoulam s’è infortunato ha potuto dimostrare il suo valore. Adesso non parlo di mercato, ma se mi chiedete cosa faremo l’anno prossimo io vi dico che è già tutto deciso. E l’abbiamo deciso il primo novembre”.