Troppa fatica, ma la Champions può ancora essere conquistata

    Contro un Cesena con la B nel proprio destino già da qualche giornata non si può fare tanta fatica. La vittoria arriva, ci mancherebbe, ma gli azzurri hanno dovuto sudare più del previsto per conquistare i 3 punti. Gli uomini di Benitez con le unghia e con i denti riescono comunque a tenere vive le poche speranze rimaste per il sogno terzo posto. Servirà una grande impresa in quel di Torino prima e contro la Lazio poi. Ci vorrebbe un piccolo miracolo più che un’impresa visto che le avversarie sono quelle più in forma del campionato.

    I partenopei dopo essere andati in svantaggio al 15′ si rifanno in pochissimi minuti grazie alle reti Mertens al 19′ e di Gabbiadini al 21′, servito proprio dal compagno belga a cui va attribuita indubbiamente la palma di migliore in campo. Gli uomini di Di Carlo ci mettono anche l’anima nonostante il destino segnato e riescono ad andare negli spogliatoi con il risultato di parità pareggiando i conti con l’ispiratissimo Defrel autore di una doppietta. La voglia di vincere e le qualità dei padroni di casa emergono: Mertens al 57′ fissa il definitivo 3-2 che regala ancora una piccola speranza al popolo napoletano che sogna l’impresa dell’anno allo Juventus Stadium. Solo gli azzurri hanno la penna per scrivere il proprio futuro. Da stasera parte il countdown: sabato la febbre salirà alle stelle.