Il Napoli si ferma al Purgatorio: misero pari a Parma

    Niente da fare, il Napoli non ne approfitta nemmeno stavolta. Nonostante l’avversario sia un Parma, con la serie B nel destino ormai da tempo, gli azzurri non riescono ad avere la meglio. Ennesima occasione di avvicinamento al terzo posto sprecata: la prestazione non all’altezza degli uomini di Benitez vanifica lo scivolone della Roma ieri sera a Milano. La Champions ormai sembra raggiungibile solo con la vittoria dell’Europa League, che è tutt’altro che scontata viste le altalenanti prestazioni della compagine partenopea.

    2-2 il risultato finale. Il Parma ancora una volta stupisce tutta l’Italia: a dimostrazione che il cuore e l’amore per questo sport sono le armi che ti permettono di compiere le imprese più assurde. I ducali si portano in vantaggio dopo soli 9′ con Palladino. Le premesse però fanno sperare per il meglio: al 28′, il solito Gabbiadini pareggia i conti e dà il là alla rimonta azzurra. Dopo 5′ però le cose si complicano nuovamente per i per i partenopei: Jorquera segna il gol del 2-1 su una punizione che Andujar non interpreta nel migliore dei modi. Nel finale, dopo tantissime occasioni, Mertens riesce a portare di nuovo il risultato il equilibro. Ma si tratta dell’ultima rete della partita: Mirante nega la gioia del gol in innumerevoli occasioni ad Higuain e compagni, che lasciano il campo nervosi e rammaricati. Atteggiamento che dovrà essere trasformato nella giusta rabbia agonistica giovedì, per strappare un posto a Varsavia. Il Napoli deve dimostrare ancora una volta di rinascere quando il verbo vincere, conosce solo l’imperativo.