Semaforo rosa: Il Napoli si ferma al Barbera

    Una sconfitta pesante per il Napoli quella di questa sera al Barbera. Gli azzurri, nonostante il magic moment, hanno dato segnali tutt’altro che positivi nella gara contro il Palermo. Un risultato frutto degli spettri del 2014: un Rafael inaffidabile e una difesa che di garanzie proprio non ne dà. Sul palco ci salgono Vazquez e Dybala, che fanno ciò che vogliono con la palla al piede e divertono il pubblico di casa con giocate d’alta scuola. Un 3-1 duro da digerire . Unica nota positiva, la continuità sotto porta di Manolo Gabbiadini, che sigla la sua terza rete consecutiva con la maglia azzurra, anche se poco utile ai fini del risultato.

    Inutile fare calcoli in momenti come questi, Benitez dovrà lavorare sul piano psicologico e scacciare via in fretta questa sconfitta, ridando autostima ad una squadra che la sta conquistando gara dopo gara. Il motto è uno solo: alzarsi e pedalare. Non ci sono altre vie d’uscite. E si spera che i tifosi, il giorno di San Valentino, perdonino la loro “fidanzata”per il regalo mancato.