Pagelle MN: Higuain arma letale, Gargano e Koulibaly muri invalicabili

Il Napoli vince all’ultimo respiro contro l’Inter grazie ad un gol di Higuain, che regala l’accesso alle semifinali di Coppa Italia. La prestazione del Napoli non è stata esaltante soprattutto nella ripresa ma il lampo del Pipita si è ancora una volta dimostrato decisivo.

Analizziamo nel dettaglio le Pagelle di Mondo Napoli:

Andujar 6,5: E’ lui il titolare in Coppa, e il portiere argentino ripaga a pieno la fiducia di Benitez sfoderando una prestazione fatta di sicurezza e personalita. Nel finale sono da infarto alcune sue uscite che comunque risultano efficaci. PAZZO SPERICOLATO

Koulibaly 7: Questa sera ammirato come terzino destro, il difensore è un autentico muro del pianto dove tutti gli interesti prima o poi vanno a sbattere. La tecnica è da rivedere in alcune fasi ma la grinta e il carima sono qualità innate. THE WALL

Albiol 6: Annulla Icardi con facilità non correndo nessun rischio particolare. Partita ordinata rispetto a quella di Verona. ALTALENANTE

Britos 6: Tutto sommato nulla da rimproverargli ma alcuni scivoloni nella propria aria fanno venire infarti ai tifosi sugli spalti e a casa. KILLER INCONSAPEVOLE

Strinic 7: La sensazione è che il Napoli abbia acquistatouno dei miglior terzini sinistri. E’ sicuro in tutto quel che fa. Mai un passaggio errato mai una sbavatura. QUALITA’ E QUANTITA’

David Lopez 6: Forse accusa un po di stanchezza, in alcuni appoggi semplici sbaglia banalmente. Del resto non è il suo mestiere fare il geometra del centrocampo, molto meglio da buttafuori da area di rigore. BODYGUARD

Gargano 7,5: Non bastano le critiche e gli striscioni vari, il Mota è tornato a Napoli per conquistare di nuovo il suo pubblico e sudare sangue per quella maglia. 90 minuti di lotta, rincorse al pallone e scivolate per impedire il passaggio del minimo spiffero neroazzurro. INSUPERABILE

Callejon 6: Arrabbiato al momento della sostituzione ma Josè aveva dato tutto soprattutto in fase di ripiego. Non sarà stata una partita memorabile ma di sicuro molto efficiente. GREGARIO DI LUSSO

Mertens 6,5: Dà la scossa alla trequarti azzurra. Dribbling, cambi di passo e serpentine. Sfodera il suo repertorio migliore per mettere in crisi la retroguardia di Mancini. FRIZZANTE

Hamsik 5,5: Vicinissimo al gol nel primo tempo dove comunque offre buoni spunti, nella ripresa cala paurosamente lasciando spazio al suo fantasma che si impossessa di lui. Deve ritrovare minutaggio e smalto per arrivare fino in fondo. RODAGGIO

De Guzman 5.5: Benitez non si priva di lui manco per idea, e l’olandese passeggia per tutto il campo senza un’ identita precisa. Nella ripresa offre più quantità per difendere in momenti di difficoltà ma comunque la sua prova risulta poco meno che sufficiente. Dovrebbe riposare un pò ma Benitez non è daccordo. RACCOMANDATO

Ghoulam 6.5: Furbo e intelligente a sfruttare la sua arma migliore. La rimessa laterale chilometrica permette al Napoli di andare in gol. Non è la prima volta che capita quest’anno ( Cagliari Docet). MANI DI FATA

Gabbiadini 6.5: Sempre più negli schemi di Benitez. La timidezza sembra essere passata e Manolo è pronto a conquistare il pubblico del San Paolo a suon di gol. QUESTIONE DI TEMPO

Higuain 7,5: La zampata vincente al 93′ che non ti aspetti. Lui ha fiato e corsa a qualsiasi minuti della partita. Un’ arma letale che ha inflitto all’Inter il colpo del K.O. Ancora una volta fa esplodere il San Paolo che ora più che mai lo ama alla follia. SEMPLICEMENTE TOP PLAYER

Articolo precedenteBenitez: “Higuain grandissimo campione ci ha regalato una vittoria fondamentale. Sul mio futuro…”
Articolo successivoAssociazione Italiana Arbitri – Ecco chi dirigerà i match della 22ª giornata di Serie A. Scelto l’arbitro per Napoli-Udinese