Missione compiuta: il Napoli si vendica col Chievo e sbanca il Bentegodi! E la Roma è a “quattro passi”…

    Una partita sofferta che si trasforma in vittoria sudata. Tre punti preziosissimi quelli conquistati dagli azzurri al Bentegodi questo pomeriggio, tre punti che valgono doppio, anzi, triplo: ai mezzi passi falsi di Fiorentina Roma fanno seguito questo pomeriggio le sconfitte di Lazio Sampdoria. Tradotto significa “+5” sulle concorrenti al terzo posto e un secondo posto lontano solo 4 punti. Una cornice di un week end perfetto, ma che tale non sarebbe stato, se gli azzurri non avessero vendicato la sconfitta dell’andata contro i clivensi. 1-2 il risultato finale.

    LA PARTITA

    Benitez applica un mini turnover: fuori Hamsik e Callejon e dentro De Guzman Gabbiadini. Le scelte, manco a dirlo, daranno ragione al tecnico spagnolo. Il primo tempo è a dir poco “rocambolesco”. Gli azzurri vanno in vantaggio al 18′ grazie ad un autogol di Cesar, che riceve il pallone in volto dopo la respinta di Bizzarri su Gabbiadini. Sembra un film comico, ma è la realtà: sette minuti dopo, nell’altra metà campo si assiste alla stessa scena. Rafael, in uscita, respinge il pallone che finisce sul volto di un incolpevole Britos, e poi in porta: è 1-1.

    Il protagonista di giornata è Manolo Gabbiadini: il  giovane attaccante azzurro al 62′ è bravo a districarsi dalla marcatura in area di rigore dopo aver ricevuto palla da Strnic, si coordina in un fazzoletto e con un bel sinistro porta gli azzurri in vantaggio, esplodendo di gioia per il suo primo gol in maglia azzurra. Nel finale occasioni da una parte e dall’altra, ma alla fine il Napoli esce meritatamente vincitore dal Bentegodi. Gli azzurri ora hanno l’obbligo di di lottare per il secondo posto. Impresa più che possibile, visto che questa Roma, che ha preso il vizio della pareggite, è lontana solo “quattro passi”…