Radio Kiss Kiss, ADL: “James desiderio di Ancelotti, siamo disposti ad un sacrificio per lui! Manolas ci interessa, ma alle nostre condizioni, il ragazzo parlerà con Giuntoli. Su Lozano…”

Il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis si è concesso per un’intervista sulle frequenze di Radio Kiss Kiss.

Riportiamo qui uno stralcio delle dichiarazioni del patron azzurro:

Confronto con il Barcellona? Io promisi un regalo ai tifosi del Napoli nel mese di agosto, poi non ho potuto più parlare avendo firmato un impegno di riservatezza con la controparte, il tutto valido fino ad oggi. Negli USA a Miami il 7 e l’altra il 10 agosto a Detroit, gli azzurri si confronteranno con i campioni del Barça, circa una settimana post ritiro. Durante il ritiro giocheremo invece 3 farebbe con squadre di Serie B; fra le quali il Benevento. Successivamente sfideremo ad Edimburgo il Liverpool, in seguito Marsiglia per poi concludere il nostro tour in America appunto.

James e Lozano? Il colombiano rappresenta l’oggetto del desiderio di Ancelotti, lo conosce bene e saprebbe come farlo rendere al meglio. Io non faccio una piega, andiamo avanti e nel caso in cui non fosse possibile vireremmo su Lozano sfruttando i buoni rapporti con Raiola. Non credo si possano prendere entrambi, non possiamo non tutelare gli altri: Insigne, Mertens e Younes sono straordinari e non possiamo svalutarli, inoltre sarà importantissimo vendere. Il mercato non è ancora iniziato, siamo in una fase di studio e facili innamoramenti, quando il mercato partirà si inizierà a passare ai fatti concreti.

Manolas? Ci stiamo lavorando, nel momento in cui Albiol ha comunicato la sua voglia di cambiare aria abbiamo dovuto guardarci intorno. Il rimpiazzo potrebbe essere Manolas, anche se ci sarebbero dei problemi da risolvere: il primo caratteriale, Giuntoli in tal senso avrà bisogno di un confronto con lui, perché il nostro spogliatoio è sacro. L’altro scoglio è rappresentato dalla Roma, i giallorossi hanno un nuovo d.s e allenatore, dovremo quindi verificare come acquisire ad un prezzo consono un giocatore che comunque non è giovanissimo, ma me sta bene, perché un difensore centrale con gli attributi può essere funzionale anche in veneranda età. Il tutto dovrà quindi verificarsi a cifre logiche, anche considerando lo stipendio in questione. La clausola? Dovrebbero abbassarla, quando noi chiediamo prezzi consoni per i nostri giocatori vengono sempre ritenuti elevati.

La nostra squadra è quindi migliorabile, il tutto senza fare follie che potrebbero però metterci in difficoltà in futuro. Real? Più facile trattare con loro che con un club italiano, per Higuaìn ci accordammo in 3 minuti, in più Mendes è il procuratore numero 1 al mondo, James sarà molto costoso, ma se dobbiamo fare un sacrificio siamo ben disposti”.