Ho visto Cavani: L’urugaiano torna a Napoli ma solo per ritirare il premio Football Leader 2017

0

Il Matador è tornato e non è ancora stato dimenticato. L’ultima volta che è stato a Napoli il suo ex-popolo l’aveva fischiato e lui era apparso piuttosto incupito. Oggi, Edinson Cavani, è atterato a Capodichino nel primo pomeriggio ed è apparso sorridente, forse consapevole di aver fatto pace con il popolo che tanto lo aveva elogiato alle pendici del Vesuvio. Il bomber uruguaiano, in serata, ritirerà il premio speciale FOOTBALL LEADER 2017 riconoscimento conferitogli per la straordinaria stagione al PSG. La kermesse Football Leader oramai diventato un must del calcio nazionale e non, quest’anno ha scelto come sede della premiazione il Royal Continental, che offre una suggestiva veduta sul tanto decantato lungomare di Napoli, ed lì che è atteso il Matador nelle prossime ore. In serata ci sarà la possibilità di incrociare anche Aurelio De Laurentiis che riceverà il premio FINANCIAL FAIR PLAY. I due s’erano lasciati con qualche frizione mal celata, lo stesso attaccante dichiarò: “Tornerei in futuro a Napoli, ma non con De Laurentiis”.

Ai tifosi però non interessano più di tanto queste diatribe piuttosto avrebbero voluto riabbracciare il Matador già dallo scorso mercato estivo, dopo la fuga a Torino di Higuain, il ritorno di Cavani è stato più volte ipotizzato da diverse testate giornalistiche. All’epoca impazzava il tormentone: “Ho Visto Cavani”, ma alla fine l’ex numero 7 azzurro restò a Parigi e conscio della partenza di Ibrahimovic disputerà una delle sue migliori stagioni.

A volte la nostalgia è canaglia, ricordare le giocate anzi le magnifiche giocate e soprattutto le tante reti segnate del Matador con la maglia azzurra fa riaffiorare in mente bellissimi ricordi ma ad oggi il futuro del Napoli non è lui ma un piccoletto belga che da esterno alto è stato abilmente, da Maurizio Sarri, reinventato falso nueve ed in una sola e magnifica stagione ha fatto dimenticare tutti i capocannonieri che lo avevano preceduto. A volte un ex come Cavani non puoi non ricordarlo con affetto ma il futuro è già qui, il futuro è Mertens.