RIFLETTORI PUNTATI – Nainggolan, un gladiatore? No, un ninja!

0

Ben ritrovati con “Riflettori Puntati”, la rubrica con cui andremo ad analizzare il giocatore più pericoloso della prossima avversaria del Napoli. Domani andrà in scena allo Stadio Olimpico il derby del Sole, Roma-Napoli, e quindi punteremo il nostro riflettore su Radja Nainggolan, il piatto forte del menu di Eusebio Di Francesco.

Tolto Dzeko, il cui rendimento a volte risulta altalenante, e tolto Salah, giocatore del Liverpool da diverse settimane, il Ninja di origini indonesiane potrebbe risultare decisivo nel match di sabato. Come? La sua posizione di trequartista lo ringalluzzisce parecchio e le sue socrribande tra le linee possono spostare gli equlibri a favore dei giallorossi. Come esempio, Inter-Roma della passata stagione, in cui Nainggolan siglò due grandi gol al termine di una partita giocata in modo impeccabile.

Radja Nainggolan è un giocatore molto apprezzato, tanto che Spalletti lo definì come l’evoluzione della specie del calciatore, aggiungendo anche il fatto che se ci fossero, ipoteticamente parlando, dieci Nainggolan nella stessa squadra, quest’ultima risulterebbe fortissima.

Di ruolo, il numero 4 della Roma è un centrale puro di centrocampo, che viene schierato mezzala o mediano a seconda delle circostanze. Aggiungiamo anche il fatto che possa giocare da trequartista e il quadro è completo. Tutti i ruoli del centrocampo in un solo calciatore.

Ci sarà da tenere d’occhio Nainggolan anche perchè potrebbe servire palloni sfiziosi a Dzeko, terminale offensivo dell’undici giallorosso: Albiol e Koulibaly, intanto, sono avvisati.